La bagarre rossobrunata sugli inceneritori

20 novembre 2018Costantino De Blasi

L'ultimo fronte di scontro fra i gemelli diversi Salvini e Di Maio è sugli inceneritori. Il Capitano leghista ne vorrebbe uno in ogni provincia; il bisministro del lavoro e dello sviluppo economico neanche uno in Europa. Due posizioni evidentemente inconciliabili tanto sono distanti fra di loro, ma che evidenziano come a) la coalizione che regge in questo momento il Paese sia la più raffazzonata che si possa immaginare b) il pressapochismo ignorante sia il collante dei due partiti c) qualunque cosa si può dire se si parla al proprio elettorato e non all'interesse del Paese.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Propaganda pentastellata: come ti asfalto un video sovranista sul debito

9 ottobre 2018andrea moro

L'analfabetismo economico si combatte, suppongo, anche cercando di leggere ed interpretare le fandonie raccontate dai venditori di bufale. Capire come si faccia a traviare chi di economia ne sa poco è difficile per chi, come noi, interagisce sopratutto con esperti o al massimo studenti della materia. Suppongo che io debba "ringraziare" Michele per avermi segnalato e fattomi perdere 28 minuti per guardare un video tratto da una conferenza sul tema del debito pubblico. Il relatore, tal Guido Grossi, non ci è dato di sapere chi sia né perché sia "esperto" della materia, né da quale "conferenza" il video sia tratto.  Indubbiamente Grossi la faccia e il tono da esperto ce li ha. Cravatta, microfono, segnaposto con il nome pure. Il gergo tecnico lo sfodera con scioltezza ma con moderazione: adelante, Pedro, con juicio, che altrimenti le truppe si perdono per strada.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Riflessioni su Conte e Giarrusso

8 settembre 2018giovanni federico

L'università italiana è di nuovo sulle prime pagine per i motivi sbagliati. In questo post tento di spiegare perchè la nomina di un garante dei concorsi è comunque inutile, indipendentemente dalla persona scelta (male) e perchè il concorso di Conte non è in sè scandaloso. E' scandaloso che Conte non abbia avuto la sensibilità di ritirarsi spontaneamente.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Commenti di scuola alla "geniale proposta" per eliminare lo spread sul debito.

22 giugno 2018michele boldrin

Roberto Perotti ha pubblicato un riassunto autorizzato della proposta annunciata da Milena Gabanelli a fine maggio. In un secondo articolo, Perotti spiega perché la "proposta" non potrebbe mai essere accettata in sede europea: consiste in un gigantesco trasferimento di ricchezza all'Italia, in cambio di nulla. Avevamo già subdorato questo un mese fa (video1 e video2). Il mio obiettivo è più modesto: argomento che la proposta non esiste sul puro piano tecnico e logico. Si tratta solo di parole al vento, prive di coerenza ma utilissime per il pubblico ed i giornalisti dei talk show dove avrà, vedrete, un successo unico.  

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Immigrazione, che fare? Alcuni aspetti legali

16 marzo 2018axel bisignano

Facendo seguito al dialogo sull'immigrazione tra Aldo e da Giulio, fornisco in questo articolo una riflessione su alcuni aspetti normativi dell'immigrazione. La prospettiva e' quella di un magistrato che, su questa materia, ha spesso a che fare con questioni che più interessano il cittadino comune.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Dialogo sull'immigrazione. Parte 3.

27 febbraio 2018giulio zanella e aldo rustichini

Terzo e ultimo articolo della serie. Qui veniamo al dunque rispondendo alla domanda: "Che fare?". Ovvero: cosa proponiamo concretamente per la politica dell'immigrazione in Italia e in Europa? Le precedenti due puntate si trovano qui e qui.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Dialogo sull'immigrazione. Parte 2.

12 febbraio 2018giulio zanella e aldo rustichini

Seconda puntata del dialogo sull'immigrazione. La prima puntata era apparsa il 6 febbraio 2018.

La terza e ultima puntata (Che fare?) sarà pubblicata il 19 febbraio (update: sarà pubblicata il 26 febbraio)

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Dialogo sull'immigrazione. Parte 1.

6 febbraio 2018giulio zanella e aldo rustichini

Questo è il primo di una serie di articoli per avviare una discussione che mantenga l’importante tema dell’immigrazione sui binari di una discussione razionale, non demagogica e, quindi, utile a fornire spunti concreti per la politica dell’immigrazione in Italia e, più in generale, in Europa.

La seconda puntata sara' pubblicata lunedi' 12 febbraio 2018.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

La "nuova vita" di Atac a carico dei cittadini, non solo romani

2 settembre 2017Costantino De Blasi

Virginia Raggi ha annunciato con un roboante post su Facebook la strada scelta per il risanamento di ATAC. Escluso il ricorso ai privati, alla gara per l'assegnazione dei servizi di trasporto pubblico per la quale i Radicali hanno raccolto le firme, esclusa ogni altra forma di intervento. Il contratto di servizio con il comune, in scadenza nel 2019, sarà rinnovato. La "nuova vita" della municipalizzata comincia con una procedura di concordato preventivo in continuità da richiedere al tribunale fallimentare. Ottenuto il via libera, si procederà alla chiamata degli oltre 1.500 creditori.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>

Scioperi nei servizi pubblici essenziali e soluzioni che non si vogliono trovare

1 agosto 2017Vitalba Azzollini

Qualche giorno fa, in occasione dell’ennesima astensione dal lavoro nel settore dei trasporti, Renzi è sembrato rammaricato di non essere intervenuto normativamente sulla materia, durante il governo dei mille giorni. Eppure, nulla impediva che il fervore operativo dell’esecutivo di cui era a capo venisse indirizzato anche alla riforma della disciplina dello sciopero nei servizi pubblici essenziali (l. n. 146/1990): anzi, più volte ciò era stato annunciato. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO >>
PAGINE