Titolo

Coraggio italiani, arriva il piano mutui

2 commenti (espandi tutti)

Nota, Marco, la specificazione nella frase che citi: "con maturità pari a quella degli impieghi". Certo che le banche in Italia e altrove emettono regolarmente obbligazioni, ma queste hanno scandeza ben inferiore a quella degli impieghi. Se no sarebbero di fatto equivalenti al capitale dal punto di vista della funzionalita' della banca. E' esattamente per questo che Basilea 2 non permette di contarle come capitale.

Ne convieni?

... non ho i dati completi sul TIER2 di tutte le banche, comunque tipicamente le obbligazioni sono a 8/10 anni i mutui più lunghi o uguali (obbligazioni a 10 anni/mutuo a 10 anni), ed io ho scritto:

 

perchè Basilea 2 prevede che oltre le obbligazioni (che sono un debito) ci sia anche un certo capitale, che le banche non hanno (vedi alla voce: Fondazioni)

quindi probabilmente abbiamo ragione entrambi, ovvero la tua frase è corretta, ma (secondo me) per completezza informativa andava aggiunta Basilea 2 .

Aggiungo che, da un punto di vista bancario (manager competenti solo, ovviamente) le obbligazioni a 8 anni le usi per i mutui a tasso variabile, perchè le eventuali differenze di tasso sono sempre ribaltate sul cliente, mentre quelle a lungo le usi per coprire i mutui a tasso fisso.

Diciamo che ci siamo infilati da soli in un casino, a seguito dell'abolizione delle cd. cartelle fondiarie nel 1991, che erano obbligazioni di durata pari a quella del mutuo e perfettamente vendibili sul mercato secondario, sarebbe interessante capire se si va nella (ri)creazione di un mercato secondario come ipotizzato e sperato da dragonfly o nel semplice accollo di un rischio tout-court, come da usanza italica.