Titolo

La propaganda anti-Euro e Twitter

1 commento (espandi tutti)

Inizio ringraziando il Prof. Bisin per la menzione. Come ho già scritto in vari post su NfA, credo che il problema alla base sia nell'informazione economica, che in Italia non procede come una vera divulgazione scientifica. Il fatto di contrapporre sulla stampa e nei talk show i pareri di economisti con quelli di diverso livello di sindacalisti, politici, professionisti e giornalisti economici (rispetto i quali il titolo mal attribuito di economista è ricorrente) ha portato gli italiani a pensare che in economia tutto sia questione di opinioni, cosa che ha svilito il ruolo e l'autorevolezza degli economisti e ha portato in superficie argomenti deboli e fondati sul nulla ma dotati di un certo fascino retorico.