Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 2

1 commento (espandi tutti)

Purtroppo alla fine Bagnai usa tanti argomenti a dir poco opinabili da sembrare un banale difensore di uno status quo che rende impossibile una crescita economica REALE basata su una produttività REALE del paese.
Se divulgare costi e benefici ?
Come per esempio dire che la svalutazione del 1992 ha portato un milione di disoccupati in più ed un calo dei consumi del 3.5% e far notare che la svalutazione è sempre e comunque un impoverimento perchè nessun artificio monetario cambia il fatto che essendo la moneta solo un mezzo di scambio il tenore di vita di una nazione, ovvero i beni e servizi a disposizione dei suoi abitanti saranno solo pari alla quantità e qualità di beni e servizi REALI che gli stessi sono in gradi di produrre e scambiare.
E che nessuna crescita drogata ha mai portato vantaggi reali a lungo termine, anche i tifosi di Bagnai in fondo lo ammettono che la svalutazione del 1992 dopo solo 4 anni aveva esaurito TUTTI i suoi effetti positivi , dato che parlano di cambio sopravvalutato di una moneta che era crollata del 30% solo 4 anni prima.