Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 2

2 commenti (espandi tutti)

Il nero al 27% e al 40% riguarda i flussi interne delle economie, gli stock esportati (che sono decisamente inferiori)  sono tipicamente finiti in svizzera e caraibi, e non sono mai stati detenuti in Lire o Marchi, mentre quelli "domestici" non hanno avuto alcun bisogno di essere convertiti materialmente in altre valute: semplicemente si è smesso di usare le lire e si è cominciato a usare l'euro, come per le transazioni ufficiali.

Credo che l'iniziale apprezzamento del dollaro (l'euro partì praticamente alla pari, è sceso fino a 0,80 sul dollaro, e anche peggio per la sterlina) sia stato dovuto ai dubbi sull'euro in sè agli inizi, per cui i capitali finanziari hanno semplicemente preferito  essere denominati in valute "sicure".

Sulla stima dello stock di nero detenuto all'estero credo che può valere la stima fatta ai tempi dell'introduzione dello scudo, e che fu anche dibattuta su nFA. Fra i 100 ed i 200 miliardi di €, a memoria.

Fra i 100 ed i 200 miliardi di €, a memoria.

Ok, quei dati erano solo per la Svizzera (quindi una parte del totale) ma quelli erano già all'estero ed in franchi (a meno che uno non avesse preferito un conto estero in Lire).  Credo che tu possa aver ragione se pensiamo al volume detenuto dalla criminalità organizzata, che essendo tale lo è anche nella gestione degli stock. Tuttavia il grosso del sommerso in Italia è fatto da centinaia di migliaia di piccoli e medi evasori che fatta la casa e la barca, avevano comunque un problema di gestione del contante.  La soluzione trovata in Lire, che soddisfa le necessità di liquidità in un paese che non ha una vera patrimoniale e quindi non ti chiede conto di ogni euro detenuto, non poteva essere convertita in euro la mattina del primo gennaio. Sulla cosa (conversione lira-dollaro e dollaro-euro dello stock di capitale non dichiarato) comunque furono scritti vari articoli di giornale anche se non fu data molta enfasi. Erano ancora tempi in cui quando schneider pubblicava di dati delle sue stime sul sommerso, l'Italia taceva nei TG o negava vistosamente.