Titolo

Euro, domanda, e produttività: un viaggio nel mito. Parte 1

4 commenti (espandi tutti)

No, non mi risulta che la vendano in Italia; ne fanno troppo poca e quindi la importano. E la mozzarella italiana (di latte vaccino) risulta ancora oggi il formaggio in testa alle importazioni svizzere. Caso mai la Svizzera esporta i suoi, di formaggi (emmental, gruyere, etc) che sono formaggi piu' complessi da fare (stagionare) rispetto alla mozzarella.

Il problema, per come lo avevo capito, è che oggi tutti quelli che sono in grado di avere buone quantità di latte ed una produzione industriale di qualità sono in grado di fare cose come la mozzarella (teoricamente anche in groenlandia) e questo fa sì che questo formaggio non sia proprio un benchmark per testare la qualità del made in Italy, tranne che nel caso della mozzarella di bufala campana (unica DOP). Quindi sorprendersi delle mozzarelle made in germany ni supermercati dello stivale non è adeguato, come non lo è sorprendersi a trovare olio greco o spagnolo nei supermercati italiani. Il problema della mozzarella tedesca o dell'olio greco non è relativo al calo della produttività italiana ma alla giusta possibilità per il consumatore di poter scegliere tra qualità e prezzi diversi. 

ot 4

marcodivice 11/8/2013 - 23:56

sono anch'io per la libertà di scelta, quindi ben venga l'olio spagnolo accanto a quello italiano. ero solo perplesso dall'uso del termine mozzarella associato a latte vaccino. la mozzarella è 100% latte di bufala, altrimenti si chiama fior di latte. ottimo, ma è un'altra cosa. se gli svizzeri o chi per essi possono chiamare mozzarella un formaggio che non è mozzarella, è l'ennesima dimostrazione di quanto male difendiamo i nostri interessi, tutto qua.

Ho vissuto per anni a poca distanza dalla fattoria di Jody Scheckter in Hampshire, ha 1500 bufale, fa un'ottima mozzarella ed una fantastica burrata. La migliore mozzarella di bufala che abbia mai mangiato me l'ha venduta un contadino che vendeva i suoi prodotti nel piazzale antistante un centro commerciale a Swindon, in Wiltshire, e se non ricordo male il tipo veniva da Glastonbury, in Somerset. Non sono casi rari, tra l'altro, nel sudovest dell'Inghilterra ci sono sempre più bufale e sempre più produttori. Un altro paese con grande potenziale è la Turchia, hanno sia la materia prima, mandrie di bufale ce ne sono in quantità, che la tradizione, il formaggio nel kunefe è una mozzarella. Tra l'altro mi risulta che ci sia chi ci sta provando (http://www.la-deliziosa.com/products_cat.asp?id_cat=1)

ero solo perplesso dall'uso del termine mozzarella associato a latte vaccino

Corretto ma il termine generico mozzarella non è DOP o DOC e quindi anche un caseificio cileno puo' vendere mozzarella sul mercato interno o internazionale  senza infrangere alcuna regolamentazione.  Cosi' mi risulta. L'unica DOP è la mozzarella di bufala campana. Che non si puo' fare a mantova e nemmeno a brema.