Titolo

FARE, un partito territoriale

3 commenti (espandi tutti)

E io che pensavo che fosse il risultato della campagna-shock del molisano Scacciavillani

http://youtu.be/sn0AUKxTFcw

http://youtu.be/t7l47EkBqAI

http://youtu.be/BnUlfvDIONo

:)

Risposta II

dino 4/3/2013 - 18:45

In molise 107 voti per Scacciavillani non sono pochi, soprattutto in provincia di Isernia. Ripeto, ho una fortissima prior che FARE in Molise si sia fatto cannibalizzare da esponenti appartenenti alla "vecchia logica politica clientelare". Magari mi sbaglio, ma se cosi' fosse allora e' un errore molto molto grave.

 

Scacciavillani e Saavedra (coordinatore regionale) hanno racimolato un totale di 302 voti. Cefaratti e Maggiani 2349. In pratica S&S, a conti fatti, contano quasi zero a livello territoriale.

Scacciavillani e Saavedra (coordinatore regionale) hanno racimolato un totale di 302 voti. Cefaratti e Maggiani 2349. In pratica S&S, a conti fatti, contano quasi zero a livello territoriale.

Invito i fautori delle preferenze a prendere nota di questo fatto aneddotico (coerente con tutta l'evidenza statistica storica del voto di preferenza). Il voto di preferenza in Italia favorisce chi intermedia risorse pubbliche a favore di clientele e piu' in generale sudditi, quando va bene, oppure chi e' colluso col crimine organizza Pensare che le preferenza, anche al Nord, possano selezionare le persone migliori, e' pura follia, data l'evidenza disponibile come ad esempio quella di Bordighiera e gli altri comuni settentrionali sciolti per infiltrazioni mafiose, e anche tutta la recente evidenza di infiltrazioni del crimine organizzato nel voto di preferenza nelle elezioni locali lombarde.