Titolo

L'economia sociale di mercato, commenti

1 commento (espandi tutti)

pero' leggo che negli scambi di prodotti dell'oreficeria i dazi dall'italia alla cina sono del 20-30% mentre viceversa sono del 3% mi chiedo che logica abbia.

la logica è che ognuno è libero di controllare le proprie tariffe all'importazione di prodotti all'interno del quadro delle regole WTO e secondo le proprie priorità. In ogni caso, l'Ue può incoraggiare una riduzione della tariffa all'importazione in Cina dell'oreficeria e offrire una riduzione delle proprie tariffe all'importazione sul vino e sulla frutta e vegetali in scatola (ad esempio pelati) dove i rapporti tariffari sono quasi ribaltati (vale a dire le tariffe all'import in Ue sono molto alte mentre in Cina molto più basse, cioè meno di metà tipo vino 32% e 14%). I benefici delle minori tariffe si estenderebbero automanticamente anche agli altri paesi. Naturalmente ognuno può ridurre le tariffe unilateralmente.

Capita ora la logica?