Titolo

Uccidere Linate per far crescere Malpensa? Una pessima idea

2 commenti (espandi tutti)

Linate e' a 4 km scarsi da Piola e 2 da una ferrovia, e pure li nessuno ha pensato di farci arrivare un treno o metropolitana (ok, pensato si, ma fatto no).

A luglio sono iniziati i lavori della M4 con la scusa dell'expò, costruiranno due fermate (perché di più non si riesce né come tempi né come soldi): Linate e Forlanini in coincidenza con la anch'essa costruenda fermata Forlanini delle linee ferroviarie suburbane.

 

In un altro paese comunque la M4 sarebbe vista come uno spreco assurdo e si sarebbe investito nel potenziamento serio della rete tranviaria dato che il tram arriva a 3 km dall'aerostazione (a iniziare dall'asservimento semaforico: Milano è credo l'unica città dell'occidente in cui i tram si fermano per minuti ai semafori rossi come veicoli qualunque invece che "chiamarsi il verde", con l'asservimento risparmierebbero un bel po' di costi operativi passando dagli attuali 10 km/h di velocità commerciale a sicuramente più di 15 km/h ma sembra non fregare niente a nessuno da decenni).

 

Fabrizio

In un altro paese comunque la M4 sarebbe vista come uno spreco assurdo e si sarebbe investito nel potenziamento serio della rete tranviaria dato che il tram arriva a 3 km dall'aerostazione

 

Ma per favore, una citta' delle dimensioni di Milano merita' sicuramente 5 linee di metropolitana (e sono ancora poche), e senza ombra di dubbio e' uno scandalo (o un regalo ai tassisti) che l'areoporto cittadino non sia stato collegato prima alla rete delle metropolitana (e a logica dovrebbe esserci una linea diretta da Linate alla Stazione Centrale).

Basterebbe prendere esempio da Parigi (dove spostarsi con i mezzi da un qualsiasi punto A ad un punto B ad un qualsiasi orario non prende praticamente mai piu' di 30m) o Londra per farsi l'idea di cosa sia una citta' vivibile dal punto di vista della mobilita'.

 

P.S. Sull'asservimento semaforico invece hai ragione da vendere, ma si sa che in Italia si pensa prima alla viabilita' automobilistica e poi al trasporto pubblico.