Titolo

Uccidere Linate per far crescere Malpensa? Una pessima idea

13 commenti (espandi tutti)

... il ridimensionamento di Linate non serve a SEA, non serve a Malpensa, ma ad Alitalia.
Si chiama "restringimento del mercato". Se diventa complicato per tutti partire da Milano, usando Linate per arrivare poi all'hub delle altre compagnie, e quindi devo arrivare a Malpensa, posto che Bergamo è  al limite della saturazione, ed è mal collegato con Milano, mi torna in pista Alitalia, perchè la scelta diventa fra Alitalia intercontinentale o altra compagnia e trasbordo (con oneri aereoportuali).

Mi vien da dire che Passera non si dimentica degli amici... 

Orio è collegato con Milano tanto "male" quanto Malpensa. Probabilmente la grossa differenza c'è per chi deve andare alla nuova Fiera, che è a Nord Ovest quindi meglio collegata con Malpensa, ma per esperienza personale tutto il centro e la zona uffici sono piu' facilmente raggiungibili arrivando da Orio. A me il discorso di Gian Luca sembra mirato, Malpensa è un buco nero per il bilancio di SEA e vista la differenza di costi fissi con Linate conviene spostare il traffico su Malpensa e lasciare a Linate i voli interni o gli aerei da turismo. Che poi i passeggeri possano preferire la scomodità estrema di MXP alla funzionalità di OSR mi sembra possa succedere solo nei piani dello Studio Ambrosetti, soprattutto se non obbligano Ryanair a volare su MXP (e minacce di questo tipo con O'Leary hanno una probabilità di riuscita pari a 0).

MXP è collegata anche con la Ferrovia, Orio NO. E Orio è comunque al limite della saturazione (non ha ulteriori slot disponibili), inoltre MXP guadagna, ma perde nel settore Handling, su cui Linate praticamente non opera, qui( da notare nelle partecipazioni di  SEA un aereoporto in Argentina..).
Il "recupero" di competitività di MXP è una balla colossale ,SEA ha utili in crescita, lo studio di Ambrosetti e l'endorsement di Passera serve solo ad Alitalia, ed eventualmente alla Lega (Bonomi presidente di SEA è in quota Lega) per far vedere che fanno qualcosa. Passera poi ha finanziato l'operazione Alitalia e Colannino.

A MXP ci arrivi con 2 autostrade (offrendo anche un'alternativa in caso di incidenti e rallentamenti) a BGY con una sola (e se c'è un incidente puoi salutare l'aereo).
A MXP arriva e parte un treno ogni 15 minuti per Milano, oltre 130 corse/giorno comprese quelle che portano in pieno centro (Cadorna) in 29 minuti e a Garibaldi in 33 minuti, oltre a quelli per Lugano-Bellinzona, a BGY non arrivano neppure i binari.
Se solo si avesse la pazienza di leggersi i bilanci (tutti disponibili sul web) si scoprirebbe che MXP è tutt'altro che un buco nero, così come non lo è LIN e neppure BGY (partecipato al 30% da SEA).
I passeggeri preferiscono già MXP a BGY, dal momento che sono 19,3 milioni nel primo e solo 8,4 nel secondo.

MXP-BGY

Vincenzo Pinto 15/9/2012 - 16:20

Ciao Elena, io avevo letto che nel 2010 Malpena era in perdita, evidentemente avevo letto male! Il Malpensa Express ogni 15' deve essere un'invenzione recente, visto che c'è sempre stato ogni 30' (magari su qualche sito c'è scritto ogni 15', ma prendendolo almeno due volte al mese direi che c'è scritto male). Sul numero di passeggeri perdonami ma è un'osservazione insensata, BGY lavora già al limite delle capacità, se la taglia fosse la stessa io non ho dubbi su quale dei due avrebbe piu' passeggeri.

 

N.B Dopo aver letto le dichiarazioni di Sabelli di qualche tempo fa direi che ha pienamente ragione Marco a dire che l'operazione serve principalmente ad Alitalia...

Se avessi letto i bilanci, avresti letto che la SEA riesce a perdere nell'unico comparto in cui MXP ha il 100% del traffico aereo lombardo: l'handling. Se avessi letto i bilanci sapresti che MXP perde passeggeri nel 2010 e riprende un 1% nel 2011 (su passeggeri in calo).
Se poi fossi informata sapresti che MXP ha slot liberi mantenuti da Alitalia, che utilizza una direttiva UE del 2010 che consente di mantenere gli slot assegnati anche se non più utilizzati (si chiama restringimento dell'offerta per generare extra-profitti, o minimizzare le perdite).
I passeggeri non preferiscono alcunchè : BGY è al suo massimo, tanto che Ryan Air sta  utilizzando anche Brescia (che difatti è uno degli aereoporti più performanti) ,  non c'è preferenza per un aereoporto, ma solo per vettori a costi convenienti e servizi soddisfacenti.

varie

elena d.p. 15/9/2012 - 22:27

Ciao Vincenzo, è impossibile aver letto che Malpensa è in perdita (finanziaria) per il semplice fatto che non esistono nel bilancio dati finanziari disaggregati per Malpensa e Linate. Al limite potresti aver letto di un calo di traffico, ma anche questo mi sembra strano, perché Malpensa nel 2010 (che è l'anno a cui ti riferisci) ha aumentato i movimenti del 3,3%, i passeggeri dell'8% e le merci del 25,8%. Nel 2011 i movimenti sono calati dell'1,5% mentre i passeggeri sono ancora aumentati dell'1,8%, le merci del 4,1%.
Il Malpensa Express fa 131 corse al giorno dalle 4:28 alle 0:28, di queste 80 sono da/per Milano Cadorna (46 delle quali non-stop) e 51 da/per Milano Centrale (di cui 11 con fermate solo a Garibaldi e Bovisa).

@ Marco Esposito
Devi essere rimasto a una ventina d'anni fa. Se c'è un'attività liberalizzata e svolta in concorrenza negli aeroporti italiani è esattamente l'handling. E tu sicuramente i bilanci non gli hai letti, altrimenti sapresti che SEA Handling non ha il 100% né a Linate, né a Malpensa (che sono gli unici due "aeroporti lombardi" in cui opera), non ce l'ha né per le attività di rampa, né per i passeggeri, né per le merci (che sono i tre rami dell'handling). E' invece vero che quelle attività sono svolte in perdita, ma è altrettanto vero - se solo ti leggessi i bilanci - che le perdite 2011 sono state di 2,2 milioni, ridotte del 71% rispetto al 2010 e sideralmente lontane dagli oltre 50 milioni quali erano all'avvio delle attività in regime di concorrenza.
E' altrettanto evidente con non sai di cosa parli. A MXP Alitalia non ha aclun slot "mantenuto" e, anzi, l'aeroporto dispone decisamente di capacità aggiuntiva sia in termini di infrastrutture di volo che in termini di infrastrutture per passeggeri e merci. La direttiva cui ti riferisci (che è un regolamento transitorio votato dal Parlamento Europeo su proposta di Tajani e pressione delle grandi compagnie europee nel 2010), eventualmente, può avere un suo impatto su LIN che invece opera ai limiti della sua capacità amministrativamente stabilita a 18 movimenti/ora.
Quanto infine ai dati che citi, si vede che parli assolutamente a vanvera: Brescia - che citi come uno degli aeroporto "più performanti" - nel 2011 ha registrato un bel -79,5% (MENO settantanove virgola cinque per cento) di passeggeri. Si tratta per la precisione di 33.797 passeggeri in un anno, cioè 92 passeggeri al giorno, cioè un Embraer 190 (il più piccolo aeromobile per collegamenti regionali sul mercato) neppure pieno al giorno. E Aeroporti del Garda (che gestisce anche Verona), diversamente da SEA e da Sacbo, è una società in perdita.

Elena d.P.

..avresti letto che

 SEA riesce a perdere nell'unico comparto in cui MXP ha il 100% del traffico aereo lombardo

Non ho detto che SEa ha il 100 % dell'handling di MXP, perchè so perfettamente che non è così. Dico che c'è una attivita su MXP che è già adesso unica in tutta la Lombardia e i suoi 38 milioni di passeggeri e SEA riesce a perderci, e ha ridotto le perdite perchè ha aumentato i fees, non perchè è stata brava. Leggiti il bilancio, dai... ah giusto non sai leggere l'italiano, figurati un bilancio.

Gli  slot inutilizzati sono su LIN, andavo di fretta, e ho scritto MXP invece di LIN, ma se tu fossi un esperta come lasci intendere mi avresti corretto, invece taci, e la direttiva UE che ho citato è stata rafforzata dal DL Salva Alitalia (a spese nostre).

Dimenticavo la tua chicca:

I passeggeri preferiscono già MXP a BGY, dal momento che sono 19,3 milioni nel primo e solo 8,4 nel secondo.

Stai paragonando mele e pere: aumenta le piste, gli slot e i collegamenti con l'aereoporto di Bergamo e domattina MXP chiude. I passeggeri NON preferiscono MXP, ci vanno perchè  obbligati,  perchè LIN e BGY sono limitati da normative (LIN) o  da fattori fisici (aereoporto piccolo)BGY, ma senza questi limiti MXP avrebbe un passeggero: TU.
P.s. L'aereoporto su cui Ryan Air ha aperto delle rotte  ed ha avuto una performance brillante è Bologna , non Brescia. Credo di aver scritto Brescia perchè l'hai citato tu, ma i vettori scelgono in base a ragionamenti logici, logica sconosciuta ai pianificatori.

Non ho capito quale sarebbe l'attività gestita al 100% da SEA su cui perderebbe. Specifica, per favore, attività e perdite.
Ho scritto "la direttiva può avere un suo impatto su LIN", correggendoti perché avevi sbagliato perché andavi di fretta, infatti.
Sono perfettamente d'accordo che paragonare MXP a LIN e BGY sia paragonare mele con pere, talmente d'accordo che è la prima cosa che ho scritto nel mio primo intervento ("Linate va chiuso", qui sotto). Ma siccome l'autore dell'articolo paragonava mele con pere, ho precisato che volendole paragonare non c'è partita.
Anche su brescia e Bologna hai sbagliato... che brutti scherzi fa la fretta! Bene, questi sono i dati a luglio 2102 di Bologna, valuta tu se è uno degli aeroporti "più performanti" come tu stesso l'hai definito: movimenti -3,8% (media Italia -3,9%), passeggeri -1,0% (media Italia +0,2%), merci -7,4% (media Italia -5,6%).
Saluti da una pianificatrice sovietica

sbagli

elena d.p. 16/9/2012 - 23:40

a parte il fatto che hai linkato il bilancio d'esercizio 2010 e non 2011, vatti a vedere i dati di traffico gennaio-luglio 2012, poi magari torni a raccontare le tue pagliacciate.
Ah, visto che sei un novizio, i dati li trovi sul sito di Assaeroporti. Sono quelli ufficialmente comunicati dai gestori.

Buona lettura.

elena d.P.

Mettere gen-luglio  2012 non significa niente, non giocare a nascondino, se sei un ignorante dillo, se ignori che una serie storica statistica per essere significativa deve considerare un congruo lasso di tempo (ultimi tre anni) dillo. Leggi, studia, impara e ritorna qui.

P.s.
Con il tuo ragionamento MXP è da chiudere a favore di LIN e BGY -: -9% movimenti,-3,1% passeggeri. Lin e BGY crescono. Alle volte è meglio tacere per lasciare gli altri nel dubbio,invece parlando hai dimostrato la tua ignoranza. 

Mentre resto dell'idea che sarebbe SEA ad avvantaggiarsi principalmente della limitazione di Linate, e' possibile che Passera stia pensando di fare un favore anche ad Alitalia.  Secondo me, se diventasse profittevole aprire nuove rotte a lungo raggio da Malpensa, sarebbero altre compagnie ad approfittarne.  Visto il network molto limitato che ha su MXP, AZ non ha particolari vantaggi competitivi, soprattutto per quei Paesi che hanno sottoscritto open sky agreements. Alitalia sta continuando nella sua lunga tradizione di perdere soldi dei propri azionisti, tra cui in contribuenti. Non ci resta che sperare in un decesso accelerato per una tra le fonti piu' persistenti di inefficienze che il Paese abbia mai prodotto.