Titolo

Quanta flessibilità è necessaria?

1 commento (espandi tutti)

Articolo interessante sia per la descrizione della situazione attuale, che per la rassegna delle soluzioni.

Riprendendo quanto leggo in vari post mi domando se la flessibilità non sia il solo problema del mercato del lavoro oggi.

Il fatto che in quel mercato non si affaccino abbastanza operatori dipende solo dalla disponibilità di un prodotto "poco flessibile"?

Mi pare che sul fatto, ad esempio, che nelle aziende italiane sia generalizzata la confusione fra gestione ed amministrazione del personale sia sintomatico che il livello di complessità fiscale, retributiva, contributiva e della soluzione delle controversie sia insostenibile.

Eliminare parte di questa complessità cozza con una serie di interessi di determinati "agenti" di quel mercato.