Titolo

Protezione dell’occupazione: cosa sappiamo e cosa no. Parte 1: teoria

3 commenti (espandi tutti)

possibili dati

cajamarca 28/2/2012 - 01:11

e per non darti l'impressione che siano solo mie fantasie, la letteratura empirica é piena di dati sulla correlazione tra struttura imprenditoriale e avanzamento tecnologico e in generale su misallocation e bassa tfp. un esempio per il caso italiano é qui:

http://ideas.repec.org/p/prt/dpaper/1_2011.html

Siamo assolutamente d'accordo che in principio la qualita' degli imprenditori e' importante e che anche in questo caso la soluzione sia la concorrenza. Non vi e' alcun dubbio che una parte dell'industria e' protetta - ma una larga parte pero' compete all'estero. Non vedo nessun Camusso o Marcegaglia che costringe i clienti esteri a continuare a comprare i prodotti italiani dopo che li abbiano provati e trovati scadenti. 

Se non c'è concorrenza, la colpa è soltanto del governo e delle proprie politiche economiche fallimentari passate.
Il discorso della possibile incapacità degli imprenditori è poco accettabile, perché inevitabilmente se un'azienda non è in grado di competere verrà soppiantata dalle altre.