Titolo

Protezione dell’occupazione: cosa sappiamo e cosa no. Parte 1: teoria

3 commenti (espandi tutti)

 Non riconoscere che parte (e io credo rilevante) del problema sia dovuto alla scarsissima qualità della classe imprenditoriale italiana

Gli imprenditori italiani sono quello che sono perché avete costruito un sistema che li favorisce e li seleziona così come sono. Un sistema paese da 60M di abitanti è un sistema complesso, maledettamente complicato e che avrà un'inerzia mostruosa,  e se vuoi produrre imprenditori "migliori" secondo tante definizioni, devi accettare i rischi che inevitabilmente ti prendi tentando di cambiarlo. Se non vuoi prenderti questi rischi, rinunci alle conseguenti opportunità, e ti tieni quella tipologia di imprenditori, non c'è nulla da fare.

Siamo d'accordo, é un particolare sistema, insieme di regole e comportamenti, che induce quella selezione. Il mio punto é proprio questo; aggredire questo problema, ma ancora non capisco come l' art 18 migliorerebbe la selezione della classe imprenditoriale.

Più sotto  marcospx citava degli studi che darebbero in oltre mezzo milione nel primo quinquennio le imprese che evitano di crescere oltre il 15mo dipendente per non incorrere nell'art. 18. Immagino che ci siano anche altre concause, ma già questo dovrebbe essere una ragione sufficiente per implementare un sistema migliore (le imprese più grandi sono mediamente più efficienti, e quindi creano più ricchezza, innovazione e occupazione).