Titolo

Protezione dell'occupazione: alcuni effetti economici e un'idea per riformare

1 commento (espandi tutti)

Nessuno (a parte qualche Associazione Datoriale e non ufficialmente...) vuole una contrattazione individuale lavoratori/imprese e (quasi) nessuno accetta di far arretrare, dalla legge verso la contrattazione (sindacale), la disputa sul licenziamento.

I licenziamenti collettivi che oggi si contrattano in realtà sono un passaggio previsto dalla legge per accedere alla CIG e agiscono solo in presenza di motivazioni economiche aziendali (di mercato, ecc.). Una parte della discussione in atto rischia però di smontare il giocattolo sindacale/datoriale che oggi gestisce questi strumenti di welfare.

Tutto si tiene o niente si terrà, se Monti andrà per la sua strada e piuttosto della crisi/elezioni/sboom in Parlamento lo si voterà a sufficienza...