Titolo

L'angolo della posta. Si possono criticare le vacche sacre?

2 commenti (espandi tutti)

FE sostengono

i) che era le grandi piantagioni di cotone coltivate da schiavi erano più produttive delle piccole aziende (di contadini  liberi o anche con un misto di schiavi e liberi) perchè potevano sfruttare le economie di scala e la divisione del lavoro e non solo perchè gli  schiavi lavoravano più degli altri

ii) gli schiavi erano trattati male ma non così male quanto allora (1973) ritenuto perchè costavano molto.   I padroni (salvo i sadici) non avevano interesse a danneggiarli in maniera permanente o a ridurne la capacità di lavoro

Queste tesi scatenarono un enorme dibattito scientifico. Fogel scrisse un altro libro in cinque tomi (The road to serfdom) sulla schiavitù. Inoltre ebbe enorme eco  sui media, di cui la voce di Wikipedia è un frutto abbastanza tardo e distorto.    Iltema non è più molto di moda, ma per quanto  ne so la tesi di FE, in forma mild, è abbastanza accettata

PS Fogel fu iscritto al PC americano per alcuni anni, quando essere iscritto al PC era veramente dura....

ii)

sulla storia della schiavitù non era The road to serfdom (pure io, limitato dai miei paraocchi di marxista provinciale so che è di von Hayek :-)  ), ma

Fogel, Robert William. Without consent or contract : the rise and fall of American slavery. New York Norton, 1991