Titolo

L'angolo della posta. Si possono criticare le vacche sacre?

9 commenti (espandi tutti)

certamente, la mia era solo una esasperazione rispetto alla prima riga del commento di sabino patruno. comunque anche la schiavitù, finchè era legale era una semplice transazione volontaria come tutte le altre

?

Corrado Ruggeri 17/2/2012 - 11:14

I death Bond sono basati su assicurazioni liberamente stipulate.

Anche quando la schiavitu era legale non mi sembra che gli schiavi partecipassero in alcun modo alla transazione (se non come oggetto).

"comunque anche la schiavitù, finchè era legale era una semplice transazione volontaria come tutte le altre" ???

???

cos'è che non si capisce? quando era legale io potevo andare al mercato, comprare uno schiavo, portarmelo a casa e farlo lavorare, così come ora faccio con un qualsiasi elettrodomestico. la transazione volontaria era tra me ed il venditore di schiavi ovviamente. lo schiavo rappresenta la merce

Non si capisce l'analogia con i Death Bond.

Invece era una persona, e non stava partecipando alla transazione in modo volontario. Quindi la transazione non era tra parti volontarie. Anche se due persone si mettono volontariamente d'accordo per rapinarmi la transazione non è volontaria, poiché io non sono d'accordo e sono parte della transazione. Questo è banale, dai.

Un caso più interessante può invece riguardare quello in cui accetto volontariamente di diventare schiavo in cambio di una somma di denaro, da essere erogata a persona a me cara. Questa è effettivamente una transazione volontaria, che molti (me compreso) considerano ripugnante e che è praticamente ovunque vietata dalla legge.

si ma la schiavitù era regolamentata da leggi che immagino definivano anche lo status di schiavo con precisi diritti (pochi) e doveri (molti). per cui lo schiavo era in un certo senso consapevole del suo essere "oggetto" ed in qualche modo lo accettava. diverso il caso della rapina dove la transazione è totalmente illegale ed il rapinato ne viene a conoscenza nel momento stesso in cui avviene.
poi giuro che smetto.

 lo schiavo era in un certo senso consapevole del suo essere "oggetto" ed in qualche modo lo accettava

è un evidente paradosso, se non si capisce me ne scuso.
in un sistema in cui la schiavitù era consentita e regolamentata lo schiavo "doveva" giocoforza accettarne le regole anche perchè non aveva mezzi e strumenti per opporsi.