Titolo

Ragioniamo sull'F-35

7 commenti (espandi tutti)

Siamo sicuri che questo F35 sia un buon aereo? Come mai i costi salgono sempre e senza sosta? Non è che siamo di fronte all'ennesima bara volante di Lockheed?
Siamo sicuri che l'eurofighter sia inferiore?
http://www.flightglobal.com/blogs/the-dewline/2010/06/eurofighter-more-5th-gen-than.html
Siamo sicuri che all'economia giovi di più un F35 di un'Eurofighet?
http://www.bbc.co.uk/news/business-10726346
E soprattutto se la versione STOVL viene cancellata a noi italiani che ci serve un F35 se non possiamo caricarlo sulla Cavour? Per controllare il solo Mediterraneo? Chi sono i nostri avversari in questa zona, ovvero serve per forza un F35 (anche supponendo una superiorità che a me non sembra abbia rispetto all'E.F.)?
http://www.dedalonews.it/it/index.php/01/2011/usa-in-liberta-vigilata-per-due-anni-il-jsf-a-decollo-verticale-limpatto-sullitalia/

Di questo aereo rimango sempre più dubbioso, ho il sospetto che si tratti più che di una potente arma, piuttosto di una grande abuffatta di qualche gruppo di potere.

Se leggi un post che ho scritto due anni fa sollevavo gli stessi dubbi (linkato nelle conclusioni) a proposito delle capacità militari dell'F-35. Sull'aumento dei costi vedi il primo paragrafo o il lavoro del Congress Research Service nella bibliografia.

L'Eurofighter è un ottimo aereo, ma le sue capacità di attacco al suolo non sono comparabili a quelle dell'F-35. 

A me sembrava di aver lasciato aperte le conclusioni, ma evidentemente non sono stato chiaro, in quanto i più hanno letto il mio post come un sostegno incondizionato all'F-35.

ok chiaro leggerò con calma

L'Eurofighter è un ottimo aereo, ma le sue capacità di attacco al suolo non sono comparabili a quelle dell'F-35. 

 

già, ma a che ci serve un aereo da attacco al suolo? Capisco un caccia da superiorità aerea per interdire il nostro spazio aereo a eventuali aggressori, ma per come stanno oggi le cose a livello geopolitico, un aereo per l'attacco al suolo è un'arma prevalentemente offensiva da usare per attacchi di primo colpo shock-and-awe (a meno di non avere in mente uno scenario da guerra fredda con una invasione da est con massicce formazioni corazzate). Anche ammettendo la necessità di interventi militari in medio oriente, se per dire, bisogna bombardare l'Iran nel 2012/13, gli F-35 nemmeno saranno operativi

Senza contare che se non viene realizzata la versione a decollo verticale abbiamo buttato anche i soldi per la Cavour

Le cose stanno esattamente all'opposto. L'interdizione aerea era necessaria durante la guerra fredda. Su questa necessità è stato sviluppato l'Eurofighter. Al momento attuale, visto che l'unico Paese al mondo che ci potrebbe invadere è la Russia (con aerei, sensori e missili inferiori ai nostri, senza contare l'assenza di truppe di terra e il cuscinetto rappresentato dall'est europa), l'interdizione aerea è di secondaria importanza. 

Nel post guerra fredda, invece, il bisogno è di aerei multiruolo/attacco al suolo. Basta guardare le operazioni nelle quali siamo stati coinvolti dal crollo dell'URSS: Iraq 1991, Kossovo 1999, Afhanistan 2001, Iraq 2003, Libia 2011. In tutte queste operazioni erano necessarie capacità di attacco al suolo. D'altronde, la Tranche 3 dell'Eurofighter è stata ottimizzata in questa direzione proprio per l'inutilità della superiorità aerea (senza contare che il suo disegno con due motori è obsoleto).

All'Air Power Conference di Firenze di due anni fa, uno dei vertici dell'AMI disse che l'Eurofighter era inutile e a loro non serviva. Il commento non si riferiva alla Tranche 3.

Nel post guerra fredda, invece, il bisogno è di aerei multiruolo/attacco al suolo. Basta guardare le operazioni nelle quali siamo stati coinvolti dal crollo dell'URSS: Iraq 1991, Kossovo 1999, Afhanistan 2001, Iraq 2003, Libia 2011.

c'è il problema politico: nessuno di questi interventi era giustificato da una diretta minaccia strictu sensu al nostro paese o alle sue linee di comunicazione e commercio (le prime tre erano giustificatissime per ragioni di legalità internazionale e di alleanze, sia chiaro: io ero in particolare a favore dell'intervento in Afghanistan dopo 9/11), per cui la scelta tecnica sul tipo di aereo dipende da una scelta politica sul tipo di alleanze e operazioni che potremo fare in futuro, e non tanto da esigenze di difesa del territorio in quanto tale.

In quante di queste noi abbiamo impiegato aerei, a parte Iraq 1991 e Kossovo 1999? Visto il nostro ruolo forse sarebbero più utili gli elicotteri ( se non mi ricordo male, i "due colonnelli" cinesi che hanno teorizzato la guerra asimmetrica avevano scritto che l'elicottero potrebbe sostituire le forze corazzate stesse). 

domanda. 

 

Nel 1979 era immaginabile che 10 anni dopo sarebbe caduto il muro?

La storia va veloce, purtroppo costruire sistemi d'arma, soprattutto in campo aeronautico, richiede molto tempo.