Titolo

Uno spettro si aggira per l'Europa (e per l'Italia): l'abuso del diritto

3 commenti (espandi tutti)

La tesi di Roberto Arnaldo non è peregrina, ma non può essere accolta.

Esempio. Esiste una legge che attribuisce alle s.r.l. agricole una serie di agevolazioni fiscali (credo sia ancora in vigore).

Ebbene, l'Amministrazione Finanziaria contestò a una s.p.a. la semplice operazione di trasformazione in s.r.l. agricola, ritenendo che essa non avesse altro scopo che beneficiare del trattamento fiscale favorevole, pur essendo esso espressamente previsto da quella legge!

E' evidente, qui, l'abuso dell'abuso, perchè quella legge non faceva altro che incentivare le imprese ad adottare quella forma giuridica. Se è lo stesso legislatore, insomma, a ritenere lecito il risparmio d'imposta, come fa poi a contestare l'abuso di forme giuridiche?

Come ho scritto, l'abuso dovrebbe (meglio, potrebbe) coprire "buchi" normativi, che qui non sussistono.

Stesso ragionamento va fatto per la cedolare secca. E' lo stesso legislartore a incentivare quel comportamento fiscale e quindi non se ne può dolere se poi tutti lo adottano.


Ebbene, l'Amministrazione Finanziaria contestò a una s.p.a. la semplice operazione di trasformazione in s.r.l. agricola, ritenendo che essa non avesse altro scopo che beneficiare del trattamento fiscale favorevole, pur essendo esso espressamente previsto da quella legge!

ma l'spa si occupava di agricoltura come attività principale?