Titolo

Up Patriots to Arms

3 commenti (espandi tutti)

ma quindi default? mi sembra che questa iniziativa riprenda le furbate fatte con i bond argentini e obbligazioni parmalat, con modi diversi ma la sostanza sempre quella: liberarsi dalla zavorra. Allora la nave affonda veramente?

In attesa di scoprire se la nave affonda o meno è sempre buona regola prendere il secchio e buttare fuori l'acqua. Comunque, da quel poco che ho capito, il default non è una probabilità molto remota.

Ti allego un estratto da un commento di Marco Esposito al  post sugli spread perchè, secondo me , risponde alla tua domanda:

Lo spread in campo finanziario è solo una misura sulla "fiducia", l'altro sono i CDS, l'Italia vola, LCH Clearnet da oggi chiede che i clienti che vogliono "tradare" i BTP facciano un extra-deposito, è evidente che nessuno si chiede se l'Italia può, o meno, ripagare il debito, è evidente che i mercati pensano che hai un debito elevato (stock) e che i tuoi flussi di cassa non siano in grado di ripagarlo, anzi, i tuoi flussi di cassa lo hanno visto aumentare negli ultimi tre anni.

Allora, io banca, mi domando: sto prestando soldi a uno che aumenta i debiti, non fa niente per ridurli (diminuzione di spese, nuovi business con aumenti di fatturato), che faccio ? Prima di tutto comincio a "prezzare" questo rischio, poi mi domando: ma se questo è disposto a pagare così tanto, non è che sta fallendo ? E mi ritiro (usualmente poi fallisce, è la storia di tutti i fallimenti degli ultimi anni). Tanto che, ad esempio, Deutsche Bank ha una posizione negativa sui BTP italiani (ne ha venduti più di quanti ne avesse, ha venduto allo scoperto).

La strada verso il default è solo una questione di "fiducia", i numeri riflettono la mancanza della stessa, e non viceversa ( i numeri peggiorano e manca la fiducia).