Titolo

Fassina, leggi Krugman

2 commenti (espandi tutti)

La produttività misura quanto produco in un ora di lavoro il valore aggiunto è un altra cosa,dovrebbe dipendere dalle conoscenze incorporate nel prodotto servizio.Picasso poteva realizzare un enorme valore aggiunto ma la produttività data da un'ora a settimana è pur sempre scarsa.

credo che siano infiniti i metodi per misurare la produttività. Di solito si divide una cosa per qualche cosa d'altro. Non so perché tu proponga un criterio orario. Meglio un capolavoro da 1 miliardo all'anno, fatto i 6 giorni, oppure 3000 merdine fatte in 5 minuti ma che valgono insieme 10'000 euro al massimo?

Io penso che tra i tanti sistemi, il valore aggiunto diviso il numero di addetti non sia sbagliato, se sono addetti equivalenti (quindi un'unità standard che contiene il tempo).

Yes Francesco.

Ho usato quanto si produce in un ora lavoro,potevo usare quanto produce un addetto ecc

Il fatto dovrebbe essere che a parità di produttività ottengo più ricchezza netta producendo beni che incorporano alto valore aggiunto.L'impianto di merendine sfruttato al massimo produce una certa quantità di valore aggiunto il pittore sfruttato al massimo della capacità produttiva produce più ricchezza netta data dal suo talento e dalla sua capacità