Titolo

Fassina, leggi Krugman

4 commenti (espandi tutti)

con uno stipendio di 1000 euro non si vive

Certo che si vive. Milioni di pensionati lo fanno. Anche di lavoratori precari. O meglio si sopravvive, si tira avanti, sperando che non succeda nulla di grave. Certo che a pensare che con un prelievo previdenziale piu' leggero (per esempio abolendole pensioni di anziantà) e con un prelievo fiscale piu' basso (oggi la spesa pubblica sul PIL supera il 50%) quei 1000 euro potrebbero diventare 1300, c'è da chiedersi perché abbiamo (avete, io sono via da 23 anni) sostenuto un sistema che vi rapina mese per mese di cosi' tante risorse.

Forse la risposta è in una famosa storiella genovese.

Si dice che al porto di genova ci fossero due contratti.

1) 20 palanche, ma "zitto e mosca"

2) 10 palanche, ma con "diritto al mugugno"

Gli italiani pare preferiscano il secondo.

 

A Genova, c'è un detto che viene spesso usato per definire persone non particolarmente attive.

Scritto grosso modo come si pronuncia, suona:

"S'addorman in sce'e balle cumme i Caravana"

In realtà, i Caravana (una cooperativa di scaricatori di Bergamo dei primi del novecento) non praticavano il genere di ozioso autolesionismo che il detto suggerisce.

Al contrario, per risparmiare tempo e denaro dopo giorni o notti lavorate "a cottimo", erano soliti fermarsi a dormire in porto sulle "balle" di cotone.

 

 

 

Invece con 1300 si fa una vita da nababbi.

Leggendo gli articoli che escono su questo sito, al quale sono abbonato da alcuni mesi, ed i relativi commenti, ho spesso l'impressione che, pur provenendo da persone sicuramente addottorate e sapienti, manchino di quel dato di realtà che permetterebbe di evitare certi strafalcioni.

Prendo come esempio questo commento di Francesco Forti, nel quale sostiene che, abolendo le pensioni di anzianità o riducendo la spesa pubblica i poveri 1000 € passerebbero miracolosamente ad essere 1300! Che incredibile evoluzione della condizione economica! Ci si potrà permettere una pizza ed un cinemino in più allla settimana, un paio di pantaloni ed una camicia ogni due mesi, e magari un we in riviera all'anno! Sempre che però, nel frattempo, non abbia dovuto tirarli fuori per l'umento dei mezzi pubblici, o per qualche visita o analisi medica, o per pagare la scuola dei figli, visto che stanno riducendo il tempo pieno a meno che non lo si paghi.

Mi scuso per queste uscite populiste: spero di non aver disturbato troppo i vostri sofismi!

PS: il diritto al mugugno riguardava i forzati costretti a remare le galee. Per chi possiede solo le catene che lo costringono al remo, tutto sommato, mugugnare resta l'unica piccola soddisfazione che può concedersi!

Beh, per uno abituato a campare con 1000, 300 in piu' sono veramente qualcosa di eccezionale in piu' (anche se non si fa una vita da nababbi). Cioe': uno abituato a campare con 1000 e' un povero, con 1300 non e' ricco ma e' meno povero. Mi sembra abbastanza ovvio e non ci vuole un master al MIT per rendersene conto. Se poi uno preferisce campare con 1000 invece che con 1300, libero di dare 300 in beneficienza :)