Titolo

Fassina, leggi Krugman

2 commenti (espandi tutti)

Non capisco le domande, sembra che vuoi cambiare argomento, o forse ritieni che le intuizioni di Minsky non abbiano nulla a che fare con la crisi USA. Adesso ricordo poco del complesso teorico di Minsky, ma possiamo partire con questa base di partenza: situazione bancaria --> aumento della divergenza tra passività a breve ed attività a lunga, aumento del leverage e del rischio nelle banche commerciali e in quelle d'investimento (piu precisamente si nota una bassa correlazione per le banche commerciali, alta correlazione per le banche d'investimento). La leva è pro-ciclica, e comporta acquisti di asset maggiori rispetto al caso di una leva costante. Minor valutazione di rischio dei prestiti, aumento del rischio(quindi delle "posizioni di portafoglio" di minsky)nei prestiti. Aumento del tasso di default sui prestiti cartolarizzati, aumento dei tassi e fase discendente del ciclo nel riaggiustare la posizione debitoria. Il tutto avvenuto in una fase ciclica positiva. Questo che diceva Minsky (chiamalo modello o logica che va da A a B)negli anni '70 rispecchia con quello che è successo nella crisi USA. Per adesso mi fermo qui perché altre cose non me le ricordo bene, dovrei ridarci un occhiata.

Chiaramente non capisci la differenza fra "descrivere una sequenza di eventi in successione" e stabilire un nesso causale, teoricamente coerente ed empiricamente supportato.

Ma fa niente, non ti preoccupare. Hyman era comunque simpatico, quindi che fosse incoerente glielo possiamo perdonare.