Titolo

Le attitudini degli studenti italiani per la matematica e la fisica

2 commenti (espandi tutti)

Si conferma che la supposta "programmazione" è del tutto fallace, in quanto né seleziona i migliori tra i candidati, né riesce a prevedere il fabbisogno (sempre che ci provi).

Del resto come non condividere:
"non possiamo più permetterci che sia proprio la burocrazia romana a dirci di quanti medici ha bisogno la nostra comunità"

Se c'è di mezzo il Miur, nel senso del ministero attualmente in carica, si può esser certi che sta proprio dando i numeri.

Altri paradossi della "programmazione": soglia minima + riserva= posti non assegnati.

Sproloquiano di meritocrazia e snellimento, ma poi, muovendo nella direzione opposta, mettono molteplici paletti e protezionismi assortiti (assegnazione alle sedi dei numeri in base a misteriosi parametri e riserve) che tengono fuori i candidati meritevoli. Se i ministeri si amputassero i tentacoli, le cose andrebbero meglio.