Titolo

Le attitudini degli studenti italiani per la matematica e la fisica

2 commenti (espandi tutti)

Le eccellenze dovrebbero risultare essere pochissime. Se no che eccellenze sono? :^)

Comunque, negli ultimi anni i criteri di attribuzione dei voti sono cambiati: è vero che una quindicina di anni fa non si vedevano quasi mai dei 10 e raramente dei 9. Oggi si chiede agli insegnanti, giustamente, di usare tutta la scala. Il 10 corrisponderebbe ad una performance nella prova non solo perfetta, ma anche con elementi di originalità, approfondimento personale, o altri indizi di -appunto- eccellenza.

 è vero che una quindicina di anni fa non si vedevano quasi mai dei 10 e raramente dei 9. 

Io oltre 20 anni fa presi un 10 in storia al Liceo.

C'era un preside che riteneva una docente di storia inadeguata, per via di problemi fisici (era praticamente cieca), un giorno entra in classe, e pretende di presenziare e partecipare alle interrogazioni orali. Sfortuna sua volle che scelse me, che sugli argomenti di quel semestre e specialmente di quella interrogazione (Repubblica di Venezia durante il Rinascimento) mi ero letto una decina di libri l'estate precedente, perché ne avevo letto uno e mi aveva incuriosito. L'interrogazione fu impressionante, i miei compagni a bocca aperta, quando mi facevano una domanda non solo rispondevo a quella, ma alle venti possibili domande successive, facendo correlazioni economiche, sociali e culturali, citando autori, alla fine finì con il preside che mi voleva dare 10, e la professoressa che diceva che non me lo poteva dare, e continuava incredula a farmi domande, alla fine si impose il preside, e si dovette imporre con un ordine perentorio, e mi presi il mio 10 (ed il preside cambiò opinione sulla docente!).

Poi ne presi due all'esame di maturità un paio d'anni dopo, ma dai docenti esterni.