Titolo

Le attitudini degli studenti italiani per la matematica e la fisica

3 commenti (espandi tutti)

Nella Repubblica Italiana non mi risulta si facciano (e spero mai si faranno!) prove nemmeno lontanamente paragonabili all'ÖSS/ÖSYS turco, né come valore, né come svolgimento, né come valutazione.

L'Italia non cresce da 15 anni, la Turchia cresce al 9%: forse potremmo imparare qualcosa? E se non ti piace il test turco, che ne dice del SAT USA o del GSCE inglese? O della scuola di Singapore? 

del SAT USA o del GSCE inglese? O della scuola di Singapore?

E sono solo i più noti. C'è un vasto pool di applicazioni e sperimentazioni dal quale attingere e una vasta letteratura metodologica dalla quale trarre indicazioni sulle possibili controindicazioni/soluzioni.

L'Italia non cresce da 15 anni, la Turchia cresce al 9%: forse potremmo imparare qualcosa?

Il problema dell'ÖSS/ÖSYS è che materialmente decide la vita delle persone in 3 ore.

Mia moglie è entrata senza sapere se avrebbe potuto studiare, e se nel caso avrebbe potuto studiare per diventare architetto, ingegnere industriale, pianificatore urbano, dottore o ingegnere meccanico. 3 ore dopo (materialmente qualche giorno dopo, ma il dado era tratto quando ha consegnato il compito), le hanno concesso l'occasione di diventare ingegnere industriale. I 2/3 dei ragazzi che hanno tentato con lei, e tutti gli altri anno dopo anno, non hanno avuto concessa alcuna occasione dal sistema accademico.

Tra l'altro, quel 9% non dice tante cose. Ad esempio, che nel mio settore (IT) ancora oggi in Turchia non hanno un pool di risorse sufficientemente grande per soddisfare i loro bisogni (tant'è che ho ricevuto migliori proposte in Turchia di quante ne abbia mai ricevute nella RI). La scarsità del capitale umano non è particolarmente evidente perché partivano da molto in basso (i miracoli che può fare un governo decente dopo decenni di governi idioti, se non criminali), ma se non iniziano a migliorare il processo produttivo del capitale umano ed a produrre più professionisti, magari senza diminuire la qualità del prodotto finale, prima o poi inizieranno a subirne conseguenze negative visibili.