Titolo

Le attitudini degli studenti italiani per la matematica e la fisica

7 commenti (espandi tutti)

Complimenti per il post, un esercizio interessante. Io però andrei più cauto con il titolo: forse è più appropriato limitarlo alla popolazione di riferimento, ovvero i candidati all'immatricolazione.

Noto inoltre che il portale del ministero (come sempre) fa il possibile per rendere l'informazione presente intrattabile.

Noto inoltre che il portale del ministero (come sempre) fa il possibile per rendere l'informazione presente intrattabile.

Infatti, parte delle tabelle sono dovute ad un lungo lavoro di copia e incolla: penso che in Italia manchi una cultura della misurazione dei dati.

La valutazione delle politiche pubbliche è considerata una pratica paragonabile all'incesto. E come tale viene dissuasa...

Comunque, sto cercando di replicare il tuo (mi permetto il tu, posso?) lavoro sull'intera popolazione dei candidati. Sto sviluppando un rudimentale pezzo di software che si occupi del lavoro di coltello sul portale del ministero.

Se ti può interressare posso, in caso di buon esito dell'operazione, inviare una copia dei dati.

Comunque, sto cercando di replicare il tuo (mi permetto il tu, posso?) lavoro sull'intera popolazione dei candidati. Sto sviluppando un rudimentale pezzo di software che si occupi del lavoro di coltello sul portale del ministero.

non so come sia il web del ministero, ma se puo' essere utile posso segnalarti alcuni esempi di codice che estraggono dati dal web.  Se ricordo bene con google devi cercare "web scraping", ci sono molti esempi in rete.

Grazie per il consiglio, anche se ne ero a conoscenza. Ho avuto modo di applicare tecniche di scraping diverse volte in passato: avendo preferito soluzioni "generali ed astratte" buona parte del codice necessario dovrebbe essere gia' pronto.

Continuo comunque a trovare abbastanza vile l'impegno (molto italiota...) volto ad ostacolare il libero accesso alle informazioni amministrative. Parlare di opendata e' parlare marziano, e non a livello di piccoli comuni, ma di ministeri con portafoglio.

Non so quante persone se ne rendono conto, ma dal punto di vista dell'analisi del sistema educativo italiano gli Atenei sono una miniera preziosissima di informazioni che potrebbe essere messa a disposizione del ministero e dei cittadini. Ogni Ateneo conosce, di ciascuno studente, tutta la storia dalle superiori in poi (liceo di provenienza, voto di diploma, quanto tempo impiega per laurearsi, media, voto di laurea): quante informazioni potrebbe dedurre il pubblico da una simile banca dati? Potrebbe capire quale è la migliore scuola superiore per essere preparati ad una determinata laurea, capire quali licei evitare...

La valutazione delle politiche pubbliche è considerata una pratica paragonabile all'incesto. E come tale viene dissuasa...

Mi sembra che il paragone, per quanto forte, sia appropriato.

Comunque, sto cercando di replicare il tuo (mi permetto il tu, posso?) lavoro sull'intera popolazione dei candidati. Sto sviluppando un rudimentale pezzo di software che si occupi del lavoro di coltello sul portale del ministero.

Se ti può interressare posso, in caso di buon esito dell'operazione, inviare una copia dei dati.

Se ti può servire posso cominciare con il caricare su un foglio di calcolo di Google i dati dei 4 atenei che ho già elaborato. Ti darei volentieri una mano anche sul SW (è il mio ramo), ma ultimamente non ho molto tempo; ovviamente sono interessato ai dati per cui se vuoi puoi contattarmi via mail o G+ (la mia email di google.com è il mio cognome punto il mio nome).