Titolo

Le attitudini degli studenti italiani per la matematica e la fisica

4 commenti (espandi tutti)

La domanda sul cane basta farsi un disegnino. Conti i quadretti. Roba da quinta elementare/prima media al massimo. Ma scusa tu ti prepari su un test dove sai che c'e' matematica e fisica e non ti guardi le funzione trigonometriche (il nome fa paura ma son due cavolo di onde traslate di 90° gradi che oscillano tra -1 e 1-> e questo bastava per rispondere alle domande) o due formulette di fisica che si fa alle medie? dai su...

E secondo te al classico si parla di onde che non siano quelle dell'Egeo solcate da Enea e da Ulisse? Traslate, poi? Mi sa che tu nonhai fatto il classico.

al classico non si fa matematica? non si è in grado di leggere un grafico allora... in ogni caso se non si studiano queste cose per prepararsi ad un test vuol dire che non si studia niente di matematcia. perchè queste cose stanno alla matematica quanto l'alfabeto sta all'italiano

al classico non si fa matematica? non si è in grado di leggere un grafico allora... in ogni caso se non si studiano queste cose per prepararsi ad un test vuol dire che non si studia niente di matematcia. perchè queste cose stanno alla matematica quanto l'alfabeto sta all'italiano

Se ricordo bene (ho fatto il classico molti anni fa) le ore di matematica al Classico sono solo 2 alla settimana.  E fisica sempre se ricordo bene viene insegnata solo 3 anni su 5. Ritengo che a meno di non avere un insegnante motivato ed eroico al Classico si apprende veramente poca scienza.

In generale il problema risiede nella cultura italiana, che assegna la massima importanza alle materie umanistiche, filosofiche e giuridiche, e minima importanza a matematica, fisica e vile meccanica. Il liceo classico e' ritenuto la scuola d'elite che prepara a tutto perche' (ed e' vero nei licei seri) costringe ad uno studio intenso, per cui in seguito c'e' un certo allenamento per l'universita'.  Tuttavia ritengo un crimine nei confronti della societa' insegnare cosi' poca matematica e fisica nel liceo classico, perdere quei 5 anni e' un danno irreparabile per tutti quelli che non hanno un forte interesse personale per quelle materie, e i risultati si vedono bene nell'incredibile serie di castronerie che dicono i vertici politici ed economici della Penisola.

L'assenza di ragionevoli basi matematiche e fisiche ragionevolmente diffuse rende secondo me la societa' italiana fisiologicamente incapace di organizzarsi secondo standard di efficienza obiettivamente e quantitativamente misurabili.