Titolo

UEFA, ¿por qué?

3 commenti (espandi tutti)

UEFA, ¿por qué?

roccog 23/5/2011 - 10:29

Raga, il calcio è un gioco. Le stesse dinamiche avvengono a tutti i livelli, dilettanti, amatori, etc. cìè sempre chi ritiene (a volte giustamente) di essere vittima di errori arbitrali e c'è chi non è sportivo. L'umanità è siffatta. Il fatto che bambinoni cresciuti decidano di buttare i miliardi alle ortiche pagando ragazzini viziosi e arrivisti ambiziosi, bravi ragazzi che si divertono, gentaglia ignorante, etc. non giustifica tutta questa discussione. Se volete il Barça usa questa tattica per far innervosire l'avversario, altri, come Mou usano l'aggressività per spezzare il gioco avversario. Allora si può ribaltare la domanda, perché la UEFA non sanzione le squadre molto fallose? Ha senso il "fallo tattico"? Per me è una bestemmia antisportiva tanto quanto la simulazione. Il fallo è ammissibile solo se involontario. Perché per esempio, come in altri sport, non esiste un numero massimo di falli oltre i quali il giocatore è costretto a uscire? Secondo me, come hanno detto altri, è che l'UEFA è i grandi club utilizzano l'anarchia per cercare di avere un tornaconto personale. A noi non resta che fregarcene, perché se la polemica finisse al 90° sarebbe tutto più normale, forse ci sarebbero meno soldi in giro. Ma anche fra il pubblico, come in campo ci sono esseri umani che hanno pulsioni irrefrenabili e ambizioni di vittoria illimitate. Buon divertimento! Il Barça mi diverte, Mou no.

Sui risultati sportivi si scommette.

Quindi o se chiudono le scommesse sportive, o si ammette candidamente "che i risultati potrebbero essere truccati";

E poi comunque la storie "è un gioco" vale solo al campetto di periferia, i professionisti per "giocare" impattano su tutta la collettività e pure parecchio.

scommesse

roccog 23/5/2011 - 11:50

Dipende, dato che ci sono tutti questi sospetti, evidentemente chi scommette ne tiene conto e pensa che sia parte del gioco (Mou a parte, non è certo la prima volta che scoppiano polemiche). Poi ricordiamoci anche che Bwin è stato sponsor di una squadra di serie A.

Io credo che comunque sia una gioco e che le tensioni che si accumulano per gli affari al contorno sono ovviamente diversi, ma poi in campo si gioca, giocano uomini e a qeusto punto non fa molta differenza che sia periferia o Camp Nou, gli uomini hanno le stesse debolezze. Io ho smesso da tempo di farmi impattare, pur avendo le mie opinioni.