Titolo

UEFA, ¿por qué?

4 commenti (espandi tutti)

questa cultura del bel gioco ("dovrebbe vincere chi gioca meglio") che e' correlata alle simulazioni

Se è per questo le simulazioni sono anche correlate allo stile di gioco dell'avversario. Se l'altra squadra fa molte entrate al limite (tipico delle squadre di Mourinho) è più facile che l'arbitro possa valutare fallo le simulazioni (come "rigore è quando arbitro fischia", anche "fallo è quando arbitro fischia"). E dunque chi subisce molti falli ha incentivo a ricorrere più spesso alla simulazione. Io concordo con Francesco: Mourinho non riesce a finirne una in 11 col Barca perchè fa giocare il Real in maniera troppo fallosa (e infatti gli era successo anche col Chelsea contro il Barca di Rijkaard e gli doveva succedere a San Siro l'anno scorso con il rigore non dato proprio al Chelsea). Nell'ultimo clasico" il Real Madrid ha fatto 31 falli contro i 10 del Barca. 31 simulazioni?

Non ti seguo. Supponiamo che l'ipotesi nulla sia che l'arbitro aiuti il Barcellona fischiando falli inesistenti al Real Madrid e non fischiando falli al Barcellona. Che tipo di evidenza credi che vada a favore di questa ipotesi? Che al Barcellona siano concessi solo un paio di falli in più o molti di più. Il WSJ crede che molti falli in più al Barcellona siano evidenza di un favoritismo nei confronti del Barcellona. Tu sembri pensare l'opposto o quasi. Mi sembra di capire che tu credi che l'ipotesi del favoritismo per il Barcellona sarebbe più credibile se l'arbitro fischiasse un po' di falli in più al Barcellona ma non il 210%. È così? Ti sembrerebbe quest'ipotesi più credibile se, per esempio l'arbitro avesse fischiato, chessò, il 74% di fall in più? Rispondi a te stesso prima di continuare a leggere.

Ed ora continua a leggere. La propensione a fare un fallo è più alta quando non si ha la palla. Visto che nella partita alla quale fai riferimento il Barcellona ha avuto il 64% di possesso di palla ed il Real Madrid il 36% forse dovremmo normalizzare i numeri. Per esempio potremmo provare a fare (31/64)/(10/36)=1.74. In altre parole la propensione dell'arbitro a concedere falli contro il Real Madrid è maggiore della propensione a concedere falli contro il Barcellona del... 74%!

Io, probabilmente, rivedrei la partita e cercherei di contabilizzare gli errori dell'arbitro (in termini di falli fischiati, ma anche di falli non fischiati) prima di sostenere che il Barcellona è stato favorito. Lo farei, se ce ne fosse bisogno. Ma non ce n'è. Come ho detto nel post io non ho cercato di dimostrare che il Barcellona sia stato favorito. Mi son solo chiesto perchè (e questo è innegabile) l'UEFA non sanziona le simulazioni di fallo. E sono arrivato alla conclusione che ci sono solo due spiegazioni possibili: O ci fa, o ci è. O tutt'e due.

Non è importante solo quanto tempo tiene palla il Barça ma anche il come. Il Barcellona è l'unica squadra al mondo, insieme alla Spagna (per forza) che fa il tiqui taca (esempio), cioè un gioco fatto di passaggi cortissimi, "facili" e apparentemente poco incisivi fino a quando Xavi, Iniesta o Messi trovano il varco. Il portatore di palla deve sempre avere compagni a supporto vicini e che seguano l'azione, quindi la squadra rimane sempre compatta. Qualcuno ricorda azioni con il Barça sorpreso da un contropiede con la squadra lunga, tipo Inter post-Schalke?

Il copione è sempre quello: il Barça che fa il torello e gli avversari che corrono dietro al pallone per tutta la partita. Giocando così fa il 70% di possesso palla e molto spesso l'unico modo per interrompere l'azione è ricorrere al fallo sistematico, magari per frustrazione. In più mettiamoci che se gli avversari fanno pressing forsennato, come il Real, qualche entrata in ritardo e non tanto lucida ci scappa, e con quella anche il cartellino.

 

Come ho detto nel post io non ho cercato di dimostrare che il Barcellona sia stato favorito


Marco, siamo d'accordo, neanche io volevo dimostrare questo, o il contrario di questo. Ho solo risposto a un commento di Alberto che dice che la cultura del bel gioco è collegata alle simulazioni attraverso un meccanismo psicologico che dovrebbe influenzare l'arbitro. L'unico meccanismo che io vedo é: se hai per piú tempo la palla ricevi piú interventi da parte dell'avversario (sia corretti che scorretti); piú é aggressivo il rivale, piú falli ricevi a paritá delle condizioni precedenti; se la simulazione é un processo che ogni calciatore fa una volta ogni n entrate che subisce (cosa che mi sembra plausibile) il Barça fará sempre piú simulazioni degli altri. Inoltre il numero di falli che il rivale fa non aumenta linearmente col tuo possesso di palla, ma esponenzialmente (e dunque il numero di simulazioni aumenta esponenzialmente). Meno hai la palla, piú devi correre per recuperarla, piú diventi nervoso, piú interventi sbagliati (falli) per numero di entrate fai. Se la tieni solo il 29% del tempo come il Real Madrid, beh....