Titolo

Champagne per tutti! E non serve nemmeno lo scontrino.

1 commento (espandi tutti)

generalizzare o non generalizzare,il rischio di essere poco credibili è sempre presente, il vissuto di ognuno tende a trasformare in regola per tutti l'esperienza, però un fondamento di verità esiste, perche i concetti espressi hanno una costanza tendenziale negli anni. Esistono i controllori e i controllati e anche altri soggetti che stanno in mezzo; un tempo il consumatore era anche controllato, adesso invece è solo un soggetto in balia delle onde e della propria voglia di sapere e di saper vivere senza impazzire-deprimersi;leggendo il botta e risposta mi viene da dire che l'arroganza  abbonda e non distingue fra controllori e controllati; pensiamo ad una pizza un sabato sera in una località turistica (praticamente mezza Italia calza a pennello nella definizione di localita turistica), locale frequentato da turisti (e molti di loro  non parlano italiano),arriva il momento del conto e arriva un pieghevole che contiene un biglietto che evoca nella mente una fatturetta fiscale ma non lo è, ci trovi il totale e anche le singole portate e fra le altre cose "da portare alla cassa"...insomma, cosa accade?il giramondo collaudato infila i contanti con qualche spicciolo di mancia e se ne va, l'italiano paga e (salvo rare eccezioni) se ne frega dello scontrino.Se ne frega per i soliti motivi (disillusione,menefreghismo,ignoranza,ecc.), ma anche perche dopo un periodo durante il quale il consumatore era anche il cane da guardia che si prendeva una sanzione se mangiando un gelato non aveva ottenuto e poi conservato lo scontrino uscendo dal locale...poi ci hanno detto che lo scontrino non funziona piu come prima, insomma, un grandioso caos di idee (almeno per me) fatto da studi di settore, adesione a concordati e via dicendo. Nel frattempo le persone hanno imparato a pretendere scontrino fattura quando acquistano beni per i quali la garanzia è importante,ma...insomma,mi chiedo, siamo tutti solo venditori?solo controllori?solo consumatori?possibile che anche in questo settore sia lotta (politica?) fra diversi?che io sia impiegato o imprenditore mi sento preso per il naso (per non dire di peggio) da chi mi vende qualcosa che vale poco a peso d'oro e nemmeno si sogna di fatturarmelo (scatoletta di gomme da masticare vendute a prezzi stratosferici per esempio?)...Sono pazzo?

e poi...esiste chi fa tutto come dovrebbe e si dimentica di concludere la danza, e qui, che dire?sono razzistici e cattivi quelli che dicono che le partite iva di origine straniera nelle nostre citta hanno un ciclo di vita delle attivita che sembra fatto apposta per non fare la fine di quello che leggete qui appresso?

http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2011/04/09/news/ristorante-non-dichiara-3-milioni-3907138