Titolo

Il male del Nord

2 commenti (espandi tutti)

Il continuare a dire che il sud si mangia i soldi del nord non è propriamente esatto ed è anche piuttosto razzista. Che al sud ci siano molti problemi siamo tutti d'accordo, che il sud invece sia un pozzo di S.Patrizio è tutto da verificare. Faccio un esempio, prendiamo Pompei. Beh il sito archeologico più famoso del mondo potrebbe rendere parecchio in termini di soldoni se solo 1) fosse restaurato a dovere, 2) se ci fossero le strutture adeguate anche commerciali. La Lega Nord dice semplicemente "basta soldi al sud" ma così cosa risolve? Niente! L'approccio giusto al contrario sarebbe: ok, servono tot milioni di euro per sistemare Pompei? Eccoli, ma se non vengono spesi bene la persona fisica a cui li diamo e che li deve utilizzare allo scopo se ne va in galera senza condizionale. In una parola serve responsabilità, i soldi non si danno ad un ente o a qualcosa di astratto di cui nessuno risponde, si danno ad una persona e questa persona ne deve rispondere fino all'ultimo centesimo. La Lega però questa responsabilità non la vuole, e lo vediamo tutti i giorni con i guai di Silvio e con la Lega che vota ogni porcata sia a lui favorevole. Ma ammettiamo che la Lega abbia bisogno di B. per i suoi scopi. Bene, quali leggi sulle amministrazioni locali che responsabilizzino (anche penalmente) i pubblici ammministratori ha mai proposto la Lega? Come mai la burocrazia si è ancora di più incasinata negli ultimi dieci anni invece di semplificarsi permettendo la trasparenza?

La Lega ce l'ha con chi mangia i soldi del nord. Brava! Finalmente qualcuno che si ribella allo sfruttamento delle regioni ricche. Peccato che si concentri solo su un soggetto, un soggetto facile, alimentato da un sano razzismo, il sud. L'amministrazione pubblica che è il vero succhiatore di sangue, con le sue spese inutili, i privilegi, le consulenze ecc. invece non si tocca. Qui al nord che più al nord non si può perchè oltre c'è la Svizzera, molti comuni sono nei guai per i costi gonfiati delle consulenze esterne. Molti sindaci sono leghisti (impossibile!!!!) eppure nessuno, ripeto nessuno, di questi sindaci si è dimesso. Ma come, la Lega combatte gli sprechi e gli arraffamenti e poi fa altrettanto e non contenta non pretende neppure le dimissioni dei suoi che han sbagliato? Così fan tutti. A Como poi dove abbiamo un sindaco che ha svuotato le casse comunali, che ha deturpato il paesaggio con opere assurde (vedere il famoso muro), che non ne combina una giusta, da chi è sostenuto? Toh, dalla Lega, che tra l'altro fa pure il giochetto sporco, con dichiarazioni pubbliche che fulminerebbero il sindaco all'istante salvo poi in aula accordargli sempre la fiducia.

Che la Lega poi sia faziosa e a senso unico ce lo dimostra l'altro grande succhiatore di sangue padano ma che non si prende gli strali del senatur, anzi va pure a trovarlo. Chi è costui? O bella, lo sappiamo bene, è il grande capo della più grande multinazionale del mondo, roba da far impallidire Nestlè, Dupont ed Exxon messe insieme, quel Joseph Ratzinger meglio conosciuto come Benedetto XVI. A dire il vero agli albori della storia, quando ancora il senatur non era ancora senatur ma una giovane promessa varesotta il Vaticano qualche bello strale se l'è beccato ma da quando la Lega ha assaggiato il miele del potere ci va invece a braccetto, anzi è diventata una strenua sostenitrice delle cause vaticane.

Se però il denaro padano va difeso, è inutile difenderlo da una parte e farlo uscire il doppio dall'altra, come sta avvenendo ora, con un sistema amministritavo che succhia più di vent'anni fa ed una chiesa che fa altrettanto. Possibile che non ci si renda conto che la storiella del sud mangiasoldi, che in parte è vera sia chiaro, è solo fumo negli occhi per meglio spolparci fino all'ultimo osso?

Che al sud ci siano molti problemi siamo tutti d'accordo, che il sud invece sia un pozzo di S.Patrizio è tutto da verificare.

Cosa ci sarebbe da verificare? I costi della sanità? L'irpiniagate? La percentuale degli impiegati statali per abitante in Sicilia rispetto a quella del mondo civile? Non confondiamo il fatto che la Lega non sia la soluzione con il fatto che non ci sia il problema.

Perchè a Pompei dovrebbe intervenire la Lega Nord, eletta nel Nord Italia !? Non vanno a votare a Pompei? Siamo un paese strano dove, se i libici si ribellano, non bisogna intervenire perchè son fatti loro, se invece al sud nessuno dice niente bisogna intervenire per aiutare***.

E parliamo di Pompei che è una ricchezza; una fonte di guadagno! Figuriamoci dove effettivamente ci sono problemi.

E, perfavore, smettiamola di dire che parlare degli sprechi al Sud è razzista. I soldi che dal Nord vanno al Sud sono anche quelli di milioni di emigrati meridionali, che il Sud lo hanno lasciato tra mille difficolta per venire al Nord a lavorare. Cornuti e mazziati.

***Per Marco Esposito: si fa un discorso di principio so come la pensi su Pompei.