Titolo

BOOM!

4 commenti (espandi tutti)

Fin qua c'ero arrivato, ovvio, ma matematicamente rimane un errore, si somma un'entità assoluta con un'entità nell'unità di tempo e non è corretto.

Stock e flussi si sommano senza problemi. Gli esempi abbondano. Per farne uno di moda, il debito pubblico italiano a fine 2011 (uno stock) sara' la somma del debito pubblico italiano a fine 2010 (uno stock) e il deficit pubblico italiano del 2011 (un flusso).

 

Per farne uno di moda, il debito pubblico italiano a fine 2011 (uno stock) sara' la somma del debito pubblico italiano a fine 2010 (uno stock) e il deficit pubblico italiano del 2011 (un flusso).

 

ma alla fine del 2011 il debito del 2011 sarà diventato già stock (è finito il periodo di tempo in cui c'è il flusso) e si può sommare grandezze omogenee? Mi spiego con l'esempio distanza e velocità: ieri sono partito da Roma e andato a Firenze, (distanza accumulata da Roma, stock), una volta che ho viaggiato per un'ora e mezza a 90 km/h (mentre viaggio è un "flusso") ho accumulato un altro stock di distanza e sono a Bologna, posso sommare la distanza da Roma a Firenze e quella da Firenze a Bologna.

esatto.  stessa cosa avviene con patrimonio e reddito o debito e deficit.

[modifica al commento]: aggiungo una precisazione, un amico ingegnere convertitosi agli infedeli (gli economisti) mi ha fatto capire la fonte della confusione.

l'affermazione contestata dovrebbe suonare cosi':

Stock e flussi si sommano senza problemi, dopo aver moltiplicato i flussi per le rilevanti unita' (intervalli) di tempo.

quando l'unita' di tempo e' un anno, la conversione della stessa unita' di misura e' implicita.  altre volte deve essere esplicita.  se no, certo, si sommano mele e pere.