Titolo

BOOM!

8 commenti (espandi tutti)

che rischiava di mettere in difficoltà anche molte aziende sane.

Ripropongo il mio punto: se erano sane, allora le banche avevano un interesse a non lasciarle morire, a prescindere da tutto il resto.  Perche' non l'hanno fatto da sole?

Ripropongo il mio punto: se erano sane, allora le banche avevano un interesse a non lasciarle morire, a prescindere da tutto il resto.  Perche' non l'hanno fatto da sole?

Ho come l'impressione di non riuscirmi a spiegare o non capire.

In che senso "da sole".
Senza contributi governativi? (che secondo me non ci sono)

Senza accordo quadro?
In questo caso invece spesso è più comodo, quando ci sono numeri di questo genere in ballo, avere un accordo quadro che preveda degli automatismi e che aiuti la banca (e Confindustria) a fare marketing.
Non a caso come ho detto l'accordo nasce tra Confindustria e Intesa (e ne abbiamo fatto un altro poco tempo fa su diversi punti) e le altre han seguito.

 

Secondo te i contributi governativi non ci saranno ma Voltremont parla esplicitamente di un ruolo dello stato (attraverso la CDP) in qualità di finanziatore.

In che senso "da sole". Senza contributi governativi? (che secondo me non ci sono) Senza accordo quadro?

Senza entrambe le cose.  Se io sono una PMI sana in difficolta' per la crisi vado in banca e dico: "Senti, come puoi verificare io sono sano ma questa maledetta crisi mi mette in ginocchio.  Passata la tempesta torno a correre, pero'. Ristrutturiamo il mio debito?" Se la banca sa fare il proprio mestiere sapra' dare la risposta giusta.

Assumiamo che non ci sia alcun contributo, in nessuna forma. Perche' questa risposta dovrebbe essere diversa con un "accordo quadro"? Cosa cambia se so che anche tutti gli altri fanno lo stesso? Questa aspettativa gia' ce l'ho se le banche sanno fare il proprio mestiere. Ne' mi pare che l'accordo aiuti a fare una migliore discriminazione tra PMI sane e malate.

Mi perdoni, ma a me sembra che l'accordo serva a fare proprio discriminazione tra PMI sane e malate. Se ho capito bene la Cdp farà da garante. Giusto? Stabilito questo, alle PMI sane, ristrutturo il debito, mentre le malate le carico ancora di più di debiti, per me banca erano sane, dei gioiellini di efficienza, come la Parmalat per intenderci. Poi le faccio fallire, con la Cdp a fare da garante ci faccio un bel gruzzoletto, che mi ripaga anche dai mancati guadagni dalle PMI sane. Poi usciti dalla crisi ho da spremere l'altro pacco.

Le sembra uno scenario inverosimile?

uno scenario inverosimile?

Tutt'altro.

 

Questa aspettativa gia' ce l'ho se le banche sanno fare il proprio mestiere

Ne parlavamo molto ai tempi della crisi finanziaria: le banche NON sanno fare più le banche, oramai esistono dei computer con dei software "andamentali" che dicono se un'azienda è sana oppure o no.

Nessun giudizio di merito: anche l'inserimento delle PEF per le pratiche di fido assomiglia a un quiz dove devi solo mettere le crocette nella casella, secondo le banche le persone non sono in grado di valutare, i computers sì.

Quindi, ad esempio, 30 giorni di sconfino (fosse anche per la maturazione degli interessi) portano al blocco automatico di ogni importo in addebito (fosse anche la bolletta della luce), 60 giorni portano all'incaglio, 120 giorni alla richiesta automatica di rientro e segnalazione in SIA. (Centrale Rischi Interbancaria).

Quindi tutto il discorso dell'imprenditore che si siede, discute, presenta bilanci, business plan, etc. semplicemente in Italia non esiste.

Ripeto il punto: le PMI (e anche molte Grandi Aziende) stanno pagando lo scotto di una montagna di 80 miliardi di debiti che lo Stato non paga (anche perchè molti sono debiti fuori bilancio, veicolati attraverso società spurie, al fine di non far aumentare il rapporto debito/PIL).

Senza entrambe le cose.  Se io sono una PMI sana in difficolta' per la crisi vado in banca e dico: "Senti, come puoi verificare io sono sano ma questa maledetta crisi mi mette in ginocchio.  Passata la tempesta torno a correre, pero'. Ristrutturiamo il mio debito?" Se la banca sa fare il proprio mestiere sapra' dare la risposta giusta.

Vero, ma se c'è un accordo quadro lo si fa in automatico in qualche giorno su richiesta, se ognuno contratta 190.000 pratiche probabilmente non le avrebbero mai fatte.
Parere personale (di uno che non ne ha usufruito)