Titolo

Lo specchio del popolo

17 commenti (espandi tutti)

fai pure, le idee non hanno proprietari :-)

Ci vedo lo zampino di Maurizio Paniz...
Un po' come la storia della forbice e del lamierino...

 

 

Paniz sarà sicuramente un asso, ma non è che per qualsiasi persona a tutti gli effetti la data di nascita è quella scritta sui documenti? Non sono avvocato e me lo chiedo.

E la forbice che ha segnato il lamierino, non è quella scritta sulla perizia della polizia?

Tra l'altro, non è curioso che gli avvocati-parlamentari di berlusconi (ghedini, longo e pure paniz) sono tutti veneti?

Comunque io la penso come il sig. esposito: il reato più grave (e più facilmente dimostrabile, anzi già dimostrato) è la concussione. per la prostituzione minorile bisogna dimostrare molte più cose. anche perché lui dice di non aver mai pagato una donna, lui è solo "l'utilizzatore finale", in questo caso sarebbe "l'utilizzatore finale di minorenni".

 

 

 

... e ribadirei che l'accusa peggiore da un punto di vista processuale è la concussione, che la telefonata e le pressioni non sono nemmeno in discussione (sono state ammesse e registrate, come tutte le telefonate in questura),è in discussione che un vecchietto rincretinito pensava solo che Ruby Rubacuori fosse la nipote di Mubarak (cosa a cui crede anche la maggioranza della Camera dei Deputati), che quella della prostituzione minorile è una questione secondaria:ma io in quanto procuratore intendo provare che la signorina la dava al simpatico vecchietto in cambio di vile denaro per dimostrare che il simpatico vecchietto sapeva delle nobili arti della signorina, e quindi difficilmente ne avrebbe acquistato i favori sapendola la nipotina di uno dei suoi migliori amici.

Poi ricorderei ai signori avvocati che, a meno di rogito internazionale in Marocco, che non è Santa Lucia, fanno fede i documenti italiani, per cui la signorina in questione è minorenne. Nel frattempo che parte il rogito internazionale (scommetterei che avremo il rogito internazionale più veloce della storia repubblicana) io faccio almeno tre udienze in cui sputtano (in tutti i sensi) le notti di Arcore, dopodichè minorenne o meno non me ne importa un fico secco, anche perchè la prostituzione rimane difficile da dimostrare (scommetto che su questo punto l'arzillo nonnetto se la caverebbe a prescindere).

 provare che la signorina la dava al simpatico vecchietto

la prova è negli sforzi per dimostrare che Ruby non era minorenne.

"mai pagato una donna!" il bugiardo matricolato

 

Perchè bugiardo? A 17 anni son mica donne, ma signorine :-)

"Nel frattempo che parte il rogito internazionale (scommetterei che avremo il rogito internazionale più veloce della storia repubblicana) io faccio almeno tre udienze in cui sputtano (in tutti i sensi) le notti di Arcore, dopodichè minorenne o meno non me ne importa un fico secco, anche perchè la prostituzione rimane difficile da dimostrare (scommetto che su questo punto l'arzillo nonnetto se la caverebbe a prescindere)."

Ma la funzione istituzionele della Magistratura è quella di perseguire i reati, sempre che reati ci siano, o quella di sputtanare le notti di Arcore o di Roccacannuccia?

ah, le menti contorte dei seguaci di Arcore...

Te la faccio facile, facile. Perugia. Amanda Knox. Contesto di notte di sesso e omicidio. Il contesto (il sesso estremo o quasi) serve per spiegare l'omicidio. La magistratura persegue l'omicidio, ma ricostruisce il contesto. Senza contesto niente movente, niente colpevole. Chiaro ?

Arcore. Ruby, minorenne, fa sesso a pagamento. Questo è il contesto. Ruby finisce in questura, il vecchietto la tira fuori di là per paura che la tipetta (sveglia e un pò zoccola) faccia qualche dichiarazione non proprio pertinente (del tipo lei non sa chi sono io..). Il reato è la concussione per tirarla fuori dalla questura. Contesto. Reato. Chiaro? Niente contesto, niente movente, niente reato. Chiaro ?

Ma anche il reato di concussione cade se la tipetta fosse stata già maggiorenne nel maggio 2010 (NB circostanza ancora molto lontana dall'essere accertata). Infatti il "vantaggio" che il concussore avrebbe ottenuto sarebbe stato quello di evitare l'affidamento ad una comunità ed ottenere invece l'affidamento al consigliere regionale, ma se la tipetta fosse stata maggiorenne non occorreva affidarla a chicchessia, quindi niente "vantaggio" e niente concussione.

Il paragone Amanda Knox/Perugia è del tutto inappropriato: lí esiste una vittima, Meredith Kercher, ed è incontrovertibile che sia morta, e che qualcuno le abbia tagliato la gola. Questo evidenzia le menti ancora più contorte dei nemici di Arcore...

Ma Berlusconi era convinto  che fosse minorenne - tanto da chiederne l'affidamento alla Minetti. Se avesse creduto che era maggiorenne, ne avrebbe chiesto il rilascio. E comunque avrebbe commesso un reato di concussione, mi sembra. Avrebbe approfittato della sua posizione per ottenere una utilità (=il rilascio di una persona di suo interesse accusata di furto)

 

Questo è irrilevante. Se io vado in farmacia a chiedere un potente veleno e il farmacista comprendendo che non ho tutte le rotelle a posto vi vende uno sciroppo per la tosse, e poi io te lo somministro pensando di avvelenarti, io non sono imputabile di omicidio, e neppure di tentato omicidio, sono solo un pirla, il che non è un reato. Magari potri accusare il farmacista di fode in commercio ma dubito che qualcuno prenderebbe in considerazione la mia denuncia.

che cazzo c'entra?

anche se vai in questura a chiedere che rilascino un troione per farti una sveltina sei un pirla, se lo fa il questore/ministro è un reato.

Se non c'è l'oggetto del reato, cioè l'affidamento di una minore a persona non idonea, è irrilevante il soggetto, cioè chi lo avrebbe compiuto. Nota che io rispondevo a Marco Esposito che paragonava la vicenda al delitto di Perugia, ed a Giovanni Federico che sosteneva che "Berlusconi era convinto  che fosse minorenne".

Comunque un giorno qualcuno mi dovrà spiegare bene come funziona questa cosa: ogni volta che un politico fa una telefonata per raccomandare una persona compie un reato punibile da quattro a dodici anni? Forse c'è speranza per il rinnovamento della politica italiana....

Se non c'è l'oggetto del reato, cioè l'affidamento di una minore a persona non idonea, è irrilevante il soggetto, cioè chi lo avrebbe compiuto.

Non sono d'accordo: questo potrebbe forse scagionare chi ha affidato la minore (che sarebbe nei guai in assenza di concussione), non chi ha abusato della sua posizione per forzarlo ad affidare la (presunta?) minore contravvenendo ai suoi doveri istituzionali.

Comunque un giorno qualcuno mi dovrà spiegare bene come funziona questa cosa: ogni volta che un politico fa una telefonata per raccomandare una persona compie un reato punibile da quattro a dodici anni?

Reato di sicuro,visto che la legge prevede assunzioni per concorso in base al merito.Quale possa essere la punizione non so, 4-12 mi pare ragionevole, ma bisognerebbe chiedere a qualche giurista.

Forse c'è speranza per il rinnovamento della politica italiana....

Al contrario: comportamenti palesemente illegali avengono in massa ed alla luce del sole, senza paura di sanzioni.

Nel codice penale esistono il "quasi reato", il "reato impossibile", il "tentativo di reato" che possono (credo, non sono un esperto di legge) coprire esattamente il caso del tuo esempio.

Se io ti sparo con un pistola giocattolo, pensando che sia vera, per ucciderti non mi becco del "pirla" e basta dal giudice.

Quindi non è automatico il passaggio da reo a "pirla"

 

Va bè, non si perdeva tempo a discutere a chi affidare la sfortunata presunta minorenne se fosse stata maggiorenne, però non è detto che fosse sufficiente a farla uscire in quanto maggiorenne: quindi in ogni modo, per farla uscire dalla gabbia, BS usava la sua posizione per tirarla fuori.