Titolo

Da Da Da

2 commenti (espandi tutti)

Re(2): Da Da Da

z f k 19/8/2010 - 09:45

Probabilmente c'e' del vero, ma...

Il problema e' che gli OGM sono sotto brevetto. Se hai un campo bio confinante con uno ogm, metti che il polline ogm finisca nel tuo; fai il raccolto e porti a vendere; gli ispettori controllano se c'e' roba ogm e la trovano. Devi pagare i diritti ai detentori del brevetto. Ma tu non hai seminato ogm... E non puoi piu' vendere come bio, perche' "contaminato".

http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90103,00...

http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90104,00...

Stando a questi servizi, poi, la roba ogm non pare funzionare meglio...

[Edit]

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/08/18/miti-ogm-1-semi-sterili/51095/

che caso... :)

CYA

Sul problema della dispersione del polline ci sono semplicissime soluzioni, dato che NON può essere considerato OGM un prodotto con meno del 1% di OGM e che nel caso del mais per esempio è stato verificato che ad una distanza di 25 metri da una coltivazione , in qualsiasi condizione metereologica le concentrazioni di polline sono talmente basse da rendere impossibile l'impollinazione sarebbe sufficente obbligare chi coltiva OGM a lasciare una fascia di 25 metri sul lati della coltivazione per non avere problemi.

Le osservazioni sull'OGM poi sono viziate da un ipocrisia, si pretendono controlli sugli OGM che se fossero fatte sui prodotti biologici o tradizionali ne causerebbero l'espulsione dal mercato il giorno stesso.

Mi sembra l'idiozia ideologica per cui il NATURALE è per principio buono.

Le situazioni e i prodotti vanno valutati caso per caso, esistono OGM come il cotone che riducendo la necessità di antiparassitari hanno salvato la vita a milioni di poveri contadini indiani, proibirli è criminale.