Titolo

Il debito greco ed il rischio sistemico

2 commenti (espandi tutti)

"Chiaro pure che il debito nel complesso o è sostenibile o non lo è e se lo è chissene frega della Grecia. Ma la perplessità (magari infondata) rimane: Quando comincia la corsa agli sportelli, i correntisti delle banche più virtuose dormono sonni tranquilli o prelevano pure loro “che non si sa mai”?"

Facciamo un caso concreto: sono correntista di una banche che non è a immediato rischio di insolvenza ("virtuosa" mi sembra una parola grossa, anche tra virgolette). NON dormo sonni tranquilli e all'apertura vado a ritirare tutto. Esco dalla banca con una valigetta piena di banconote multicolori. Dopo che faccio? Li porto ad un'altra banca, magari meno "virtuosa" di quella di partenza o aspetto che qualcuno mi dia una botta in testa e ma la porti via?

Facciamo un caso concreto: sono correntista di una banche che non è a immediato rischio di insolvenza ("virtuosa" mi sembra una parola grossa, anche tra virgolette). NON dormo sonni tranquilli e all'apertura vado a ritirare tutto. Esco dalla banca con una valigetta piena di banconote multicolori. Dopo che faccio? Li porto ad un'altra banca, magari meno "virtuosa" di quella di partenza o aspetto che qualcuno mi dia una botta in testa e ma la porti via?

Puoi anche metterli (in modo perfettamente legale, se lo dichiari) in una banca in un paese diverso, scegliendone una che a tuo giudizio sia poco esposta al rischio sovrano del tuo paese di residenza. Pare che in Grecia lo stiano facendo in molti.