Titolo

L'influenza H1N1 del 2009

2 commenti (espandi tutti)

Giorgio grazie per le preziose informazioni che dispensi e per la pazienza.

Avevo scritto un post molto lungo ma il sito ha deciso di morirmi sul più bello.. quindi riassumerò.

Il problema che io sollevo è: CHI è l'autorità quando si tratta di salute?

2 (estens.) potere, influenza esercitata da una persona su un'altra in virtù del ruolo, della funzione che riveste: l'autorità paterna; l'autorità del maestro sugli alunni;valersi della propria autorità 

citando il Garzanti questa è la definizione di autorità, ed è quella alla quale mi riferivo io.

Chi ha autorità nell'esprimersi sulla nostra salute? Io risponderei: il mio medico. Se non lui comunque un altro medico.

E' ragionevole sostenere che una persona x debba fare l'analisi comparativa di ogni parere medico? O che pretenda da un medico la giustificazione delle sue scelte? A me sembra di no. Affidiamo davvero quotidianamente la vita a dei maghi? ...

Non stai tranquillizzando in effetti: stai affermando che i medici che ci prescrivono i farmaci sono facilmente oggetto di propaganda, ideologie, idee bislacche.... 

E comunque: magari i medici della regione Lazio non sono comunità scientifica, ma anche il Presidente della Commissione Vaccini della Società Italiana Pediatri è escluso dalla definizione?

Il problema che io sollevo è: CHI è l'autorità quando si tratta di salute?

Daniele, ti ripeto che sono d'accordo che questa e' la domanda giusta da porsi ma penso anche che sia la domanda giusta da porsi per qualsiasi altra questione (dalla salute all'economia al global warming a che modello di automobile mi conviene comprare). Io sono d'accordo con le dichiarazioni di Galli che linki tu stesso e cioe' che la comunita' medica ci stia facendo una figura un po' da cioccolatai. Purtroppo non mi stupisce pero'.

E comunque: magari i medici della regione Lazio non sono comunità scientifica, ma anche il Presidente della Commissione Vaccini della Società Italiana Pediatri è escluso dalla definizione?

No No, aspetta, Ugazio non dice di non vaccinarsi. Dice una cosa molto diversa e cioe' che il panico mediatico e' ingiustificato e che non ha senso fare tutto questo can can per ogni singolo morto, soprattutto fin quando la mortalita' rimane cosi' bassa. Mi sembra assolutamente corretto ed e' esattamente cio' che ho scritto io nel mio post qui sopra (terza domanda in chiusura, spero di essere stato abbastanza chiaro a proposito).