Titolo

Io sto con la Binetti (per motivi diversi)

1 commento (espandi tutti)

Mi avete convinto sul fatto che ci siano molti casi particolari, e che tutti siamo un caso particolare meritevole di essere protetto. Quindi tutti vanno protetti allo stesso modo.

Resto comunque convinto di un dato di fondo. Alcuni gruppi sono più discriminati e deboli di altri.

Sul fatto che lo stato non se ne debba occupare perché sono gruppi arbritari ancora non mi avete convinto. Non, quantomeno, in uno "Stato ideale."

Guarda che, arrivati a questo punto, concordiamo.

Quanto scrivi, con notevole chiarezza, è la sintesi del problema:

Siamo tutti differenti, ognuno di noi merita di essere protetto e ognuno di noi merita di essere protetto allo stesso modo. Alcuni di noi sono più deboli di altri e, in un mondo ideale, andrebbero protetti di più (perché, fondamentalmente, tutti corriamo il rischio di essere, un giorno, i più deboli di tutti e ci piacerebbe in quel caso avere protezione). Ma il mondo ideale (o stato ideale) esiste tanto quanto il signor dio: che ci sia ognun lo dice dove sia nessun lo sa. Credo qualcuno la chiami "la condizione umana": dobbiamo vivere, pensare, gioire e soffrire in un second best world. Tutta colpa di Adamo ed Eva ...