Titolo

Siamo tutti solidali. Paghi tu.

2 commenti (espandi tutti)

Talvolta sono stupito dalla fantasia del legislatore italiano, a cui io ho sempre preferito svicolare, piuttosto che affrontare di petto. Non avendo più di quindici dipendenti non conoscevo la normativa, mi viene solo da pensare che se dovessi raggiungere tale soglia farei un'altra società e comincerei ad assumere con quella, con interessanti possibilità elusive. Ho letto su un giornale nei giorni scorsi una frase di qualche politico di questo genere: "ormai il manifatturiero in Italia è meno del 20% del PIL, per cui i suoi problemi non sono grande cosa". Non ho più nemmeno voglia di commentare questo atteggiamento, Einaudi diceva: "Le aziende vengono viste come mucche da mungere, invece sono dei carri trainati a fatica". Quando i politici (dx e sx non fa nessuna differenza) capiranno questo, avremo già fatto un bel salto. A seconda di cosa capiscono il salto può essere in avanti, nel vuoto, o nel buio.

Non avendo più di quindici dipendenti non conoscevo la normativa

Marco, questo è esattamente il motivo per il quale il consueto mal di pancia che mi coglie, nel momento di valutare l'impatto sulle PI di qualunque normativa, stavolta mi ha spinto a scriverne. Purtroppo, la maggior parte delle persone che discettano di economia "reale" non hanno idea dei perversi meccanismi che il tipico legislatore italiota, dall'incredibile fantasia malata, mette in atto.

Ho letto una frase di qualche politico di questo genere: "ormai il manifatturiero in Italia è meno del 20% del PIL, per cui i suoi problemi non sono grande cosa" [......] A seconda di cosa capiscono il salto può essere in avanti, nel vuoto, o nel buio

 ..... e spingere il politico che profferisce tali emerite sciocchezze ad emulare Thelma & Louise, no eh?