Titolo

Federalismo vs. Indipendenza

2 commenti (espandi tutti)

In effetti lo studio sull'evasione citato dianzi da Alberto Luisiani a pag 11 riporta che: 

"Colpisce il fatto che tra le regioni più virtuose si collochino regioni che presentano un elevata numerosità di imprese e una carenza di organico dell’Agenzia (come ad esempio la Lombardia). Tale evidenza ci porta a due conclusioni: da un lato il fenomeno evasivo ha cause molteplici che non possono essere ricondotte unicamente all’efficacia dell’attività di contrasto e dall’altro che la quantità di controlli effettuati non può essere considerato come un indicatore valido per valutare l’efficacia dell’azione di contrasto. A conferma di ciò si osservi che le ultime posizioni sono occupate da: Campania, Puglia, Sicilia e Calabria; tutte regioni nelle quali la probabilità di essere accertati è significativamente superiore alla media nazionale."

Nel seguito dello studio non viene spiegato il motivo di questa curiosa anomalia. Non sarebbe pero' manifestamente assurdo sospettare che il l'elevatissiono livello di evasione stimato per le regioni meridionali possa essere il frutto di un errore metodologico. Come altrimenti spiegare che l'elevato numero di controlli non determini una riduzione della propensione ad evadere? In genere quando la teoria non corrisponde alla verifica empirica si cambia la teoria....

 

Non sarebbe pero' manifestamente assurdo sospettare che il
l'elevatissiono livello di evasione stimato per le regioni meridionali
possa essere il frutto di un errore metodologico.

L'evasione fiscale meridionale e' un fenomeno ormai secolare, gia' se ne parlava nelle discussioni parlamentari del Regno d'Italia.  Non e' pensabile che sia colpa di un qualche errore di calcolo... spero che tu stia scherzando! Uno studio statale dettagliato che si riferisce al 1993 e 1994, citato nel mio intervento, trova livelli di evasione a nord e a sud completamente consistenti con quelli stimati ~10 anni dopo nel 2002. Anche ricorrendo agli indicatori piu' inclusivi e pertanto meno falsificabili o soggetti ad errori, come ad esempio la differenza tra redditi dichiarati e consumi a livello aggregato, e' evidente che a Sud c'e' evasione fiscale diffusa a livelli nettamente superiori rispetto al Nord. A Nord il totale dei redditi dichiarati e' superiore ai consumi (il resto va in risparmio) a Sud i consumi superano il totale dei redditi dichiarati.

Come altrimenti
spiegare che l'elevato numero di controlli non determini una riduzione
della propensione ad evadere? In genere quando la teoria non
corrisponde alla verifica empirica si cambia la teoria....

Spero sia una domanda retorica, solo un marziano catapultato in Italia puo' non capire che in Italia ci sono standard piuttosto diversi nell'applicazione della legge, sia per le caratteristiche peculiari della societa' meridionale, sia per precise disposizioni impartite da Roma.