Titolo

Federalismo vs. Indipendenza

4 commenti (espandi tutti)

Non discuto che, come scritto dal Prof. Tabellini e in varie occasioni su nfA, un buon federalismo fiscale possa ridurre o eliminare gli incentivi perversi attualmente presenti nella spesa pubblica italiana. Quello che non mi convince è che venga rappresentato come la panacea per i mali italiani lo strumento (unico) per fermare il declino del paese. Ripeto nel Regno Unito, un partito dichiaratamente centralista - i conservatori- sono riusciti a risollevare il paese (vi ricordate Craxi e il sorpasso alla Gran Bretagna?) con una serie di riforme veramente liberali. Per fare un esempio, lì le tasse sono state tagliate e la spesa pubblica ridotta senza aspettare che questo avvenisse grazie ad una decentralizzazione delle spese e delle imposte. 

Per quanto riguarda le secessione, per me rimane una cosa diversa, forse da un punto strettamente fiscale può essere vista come un federalismo radicale, ma solo da quello (almeno per me). 

Quello che non mi convince è che [il federalismo] venga rappresentato come la panacea
per i mali italiani lo strumento (unico) per fermare il declino del
paese.

Qui ognuno puo' avere opinioni diverse sul tema.  Dal punto di vista tecnico il federalismo puo' aiutare a dare incentivi corretti e non perversi come quelli esistenti col centralismo, ma c'e' una lunga strada da fare prima di far diventare l'Italia una democrazia avanzata di livello europeo: anche se esistesse il federalismo gli italiani rimarrebbero italiani, con una storia e una tradizione secolare di malgoverno alle spalle. Tuttavia esistono esempi di paesi che stavano peggio di noi e ora sono a pieno titolo o stanno entrando a far parte delle democrazie europee avanzate: Irlanda e Spagna.

Probabilmente e' possibile riformare anche il paese dal Centro, sarebbe una buona soluzione ed eviterebbe anche disgregazione dell'Italia: sarebbe opportuno che qualcuno lo facesse pero'.  Per il momento e a partire dall'unita' d'Italia dal governo centrale proviene prevalentemente malgoverno e corruzione.

"Tuttavia esistono esempi di paesi che stavano peggio di noi e ora sono a pieno titolo o stanno entrando a far parte delle democrazie europee avanzate: Irlanda e Spagna. "

Beh, l'Irlanda non é un paese federalista. Il federalismo non é necessariamente sinonimo di buon governo e prosperità. Sono, o sono stati paesi con struttura federale: Nigeria, URSS, Etiopia, India, Sudafrica, Brasile, Pakistan. Per contro Francia, Regno Unito, Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca non hanno una struttura federalista. Un'Italia federale somiglierebbe di più alla Svizzera o alla Nigeria???

Beh, l'Irlanda non é un paese federalista.

E' un paese piccolo e omogeneo, che ha meno bisogno di federalismo di paesi grandi e disomogenei. E' pero' un esempio valido di come sia possibile emanciparsi da una propria tradizione storica di malgoverno e sottosviluppo.

Il federalismo non é necessariamente sinonimo di buon governo e
prosperità. Sono, o sono stati paesi con struttura federale: Nigeria,
URSS, Etiopia, India, Sudafrica, Brasile, Pakistan. Per contro Francia,
Regno Unito, Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca non hanno una
struttura federalista. Un'Italia federale somiglierebbe di più alla
Svizzera o alla Nigeria???

Pur essendo molto inferiore ai paesi nord-europei e agli USA, per il momento l'Italia e' piu' comparabile con loro che con i paesi africani, sudamericani e con l'URSS. Per questo motivo ritengo poco indicativo il confronto con Nigeria,
URSS, Etiopia, India, Sudafrica, Brasile, Pakistan, cioe' tutti gli esempi negativi che hai elencato. I Paesi federalisti che possono essere confrontabili con l'Italia a mio parere sono USA, Canada, Australia, Germania, Spagna, Svizzera e Austria, in qualche piccola misura il Belgio. Svizzera e Austria sono peraltro un po'  diverse come dimensione per fare un confronto adeguato, come anche Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca. Questi ultimi Stati hanno anche un'omogeneita' interna notevole semplicemente non confrontabile con le diversita' interne all'Italia. Gli USA sono probabilmemente un po' troppo grandi e alieni.  Per me rimangono da un lato Canada, Australia, Germania, Spagna e dall'altro Francia. Non sarei d'accordo nel considerare UK un paese centralista, ha sia alcuni aspetti federali recenti ma ben definiti, sia una tradizione di self-government a livello di Contea che secondo me la rendono piu' simile ad un paese federale che ad un paese centralista. E' difficile trarre conclusioni ma non direi proprio che i paesi federali comparabili con l'Italia se la passino peggio di quelli centralisti, anzi probabilmente e' vero il contrario. A questo va aggiunto che l'Italia e' molto piu' disomogenea dei Paesi europei di dimensione comparabile, sia quelli federali che quelli centralisti.