Titolo

Federalismo vs. Indipendenza

2 commenti (espandi tutti)

Dici:

"A me questa frase, come altre in altri commenti, fa pensare che
l'indipendenza sia essenzialmente una questione economica, e la ragione
culturale venga decisamente in secondo piano
. E' piu' che legittimo per
me, sia chiaro: pero' allora lo si dica.

Non credi che tali motivazioni siano esattamente le stesse che
giustificano il "patriottismo" meridionalista e, in parte, forse anche
il tuo?

Ed inoltre:

"E soprattutto si dica come si
vuole superare la contraddizione economica: se ci si separa per tenersi
il soldo, fino a quanto si sara' disposti a perderne per il passivo che
spetta a ciascuna delle due parti - posto che su quanto passivo tocchi
a ciascuno si riesca a mettersi d'accordo?"

Questo è ovvio: ci si divide anche i debiti. Lusiani ha descritto anche come sarebbe possibile tecnicamente. Ma sai, credo che ai Veneti questo non faccia poi tanto paura...

Non credi che tali motivazioni siano esattamente le stesse che giustificano il "patriottismo" meridionalista e, in parte, forse anche il tuo?

Ti sono evidentemente sfuggiti sia la premessa che la conclusione del mio commento, quindi ripeto: per me la secessione il Veneto la puo' fare anche domani, anzi sto esaminando tutte le possibilita' posto che ci siano i numeri e la volonta', e mi sembra che questa analisi riceva risposte fin troppo "ottimiste" da parte vostra.

E tanto per dirlo, vedo piu' patriottismo nel tuo nick che in quello che scrivo.

Questo è ovvio: ci si divide anche i debiti. Lusiani ha descritto anche come sarebbe possibile tecnicamente. Ma sai, credo che ai Veneti questo non faccia poi tanto paura... 

Non e' affatto un problema tecnico: spero che sia io a spiegarmi male. Il problema e' fino a quanto si vorra' pagare. Quale sara' il limite oltre il quale la contrattazione si interrompera'? Ti separi perche' paghi troppo, e quando ti separi dovrai pagare di piu' - oltre al fatto che lo startup di uno Stato non e' gratuito.