Titolo

Federalismo vs. Indipendenza

1 commento (espandi tutti)

Che le amministrazioni rosse abbiano governato meglio, credo non vi
siano dubbi. I risultati non danno però loro molto conforto.

Le verifiche recenti dell'operato delle amministrazioni rosse al Sud hanno confermato quello che Putnam aveva documentato gia' nei primi anni '90, e cioe' che la frattura in Italia non e' tra destra e sinistra ma tra "civic North" e "uncivic South", cioe' che c'e' correlazione forte tra "civic traditions" e "institutional performance".  Le differenze tra amministrazioni bianche e rosse nel Centro-Nord sono al confronto trascurabili.

Riguardo all'indipendenza, sicuramente il buongoverno di un partito indipendentista e' condizione necessaria ma non sufficiente. E' necessario che la situazione peggiori significativamente rispetto ad ora (ma lo Stato italiano e' avviato su questa strada come indica il grafico di L.Pizzati) ed e' opportuno che esista un passato storico e/o mitologico in cui i cittadini si possono riconoscere, oppure una generazione di nation builders comparabile in qualche modo ai padri fondatori USA, che scomparso Miglio al momento non vedo.  Il passato storico e mitologico il Veneto ce l'ha, forse anche la "Venetia", mentre la Padania parte da questo punto di vista svantaggiata.  Ma sottolineo che chi lavora piu' alacremente alla promozione dell'indipendentismo Veneto e di altre Regioni e' lo Stato italiano: cari legislatori italiani, fate pure un federalismo burla che funzioni peggio del ridicolo centralismo degli ultimi 140 anni, prepararete solo terreno fertile agli indipendentisti.