Titolo

Un risparmio facile facile: vendere la RAI

1 commento (espandi tutti)

Amerei, in puro stile Catonico (da Cato major, "Ceterum censeo Carthaginem esse delendam") rivenire, al 5 Dicembre del 2008, sulla scandalosa esibizione del Ras dell'organizzazione di Ciano e camerati varii.

Tal Petruccioli, della squadraccia Petroni-Petruccioli, avendo annunciato con la dovuta minaccia (se non agite le conseguenze saranno "terribili") che la RAI perse 35 milioni di Euros, insiste nell'imporre al popolo un aumento del canone (che e' illegale, come si mostro' nella nota del 2006 che precede i presenti paragrafi.)

Si veda http://www.repubblica.it/2008/12/sezioni/politica/rai-cda-6/rai-cda-6/rai-cda-6.html

Intenti nel defecare sul torace del pubblico un'altra "isola dei famosi", questi signori mancano persino del senso del decoro avendo comandato varie loro interne figure succedanee alla "mignottocrazia" in voga (vocabolo del Senator Guzzanti, non mio) a sposare parlamentari vari per garantire il dovuto sostegno alla loro associazione di stampo mafioso.

Certamente, mostrando se stessi, essi esibiscono il ventre rigonfio sulle varie sdraio di Capalbio. A quando la scomparsa dei varii Santoro, Cappon, Sacca', Petroni "e tutti quanti"?