Titolo

Riflessioni sulla moneta fiscale

1 commento (espandi tutti)

mi pare una ipotesi forzata. Il criterio di distribuzione dei CCF non è specificato, ma immagino che con qualche criterio sarebbero distribuiti. Penso come "spesa pubblica addizionale" (forse da qui l'equivoco) cioè a soggetti che non potrebbero utilizzarli direttamente e quindi li metterebbero sul mercato. Si tratta di una riduzione fiscale, operata assegnando al mercato l'onere della distribuzione del bonus. A chi ritiene che una riduzione fiscale sia opportuna, e a chi crede nella capacità del mercato di allocare ottimamente le risorse, questa idea, in linea di principio, non dovrebbe dispiacere. A me non convince, per le ragioni di cui sopra, e perché sospetto possa trattarsi di un trucco per aggirare i vincoli di bilancio imposti dai trattati.