Titolo

Riflessioni sulla moneta fiscale

1 commento (espandi tutti)

Eh si Alessandro hai ragione forse 14,500 caratteri sono un po troppi per una cosa del genere, il fatto è che non me ne sarei neanche occupato se non avessi riscontrato l'interesse di alcuni partiti italiani. 

Il fatto è che la "soluzione semplice" ha sempre un grande appeal sull'elettorato, ma la materia economica è complessa e richiede molto studio per capirla e non tutti hanno la volontà di spendere tanto tempo su questi argomenti. Si preferisce fermarsi all'illusione della "soluzione semplice"  perchè è facile da capire e non richiede tanto studio e non ci si domanda sui trade-off sottostanti tali proposte ad esempio. 

Per questo ho deciso di scrivere un articolo così lungo, per cercare di spiegare al meglio passo per passo gli aspetti che non erano stati chiariti dai suoi propositori. Il mio obiettivo principale era provare almeno in parte a chiarire che non esistono "free lunch" e che qualsiasi manovra finanziaria si adotti lo Stato è sempre soggetto ad un vincolo di bilancio, perchè questo era a mio parere l'aspetto maggiormente sottaciuto dai propositori di quest'idea.

A Londra mi capita di andare di tanto in tanto per conferenze, mi farebbe piacere bere quella birra in tua compagnia quando capiterò di nuovo lì.