Titolo

Riflessioni sulla moneta fiscale

3 commenti (espandi tutti)

I dati della tabella sono di anni fa.

Nell'Annuario statistico della Ragioneria dello Stato di questo mese, Conto di cassa settore pubblico, gli incassi e le spese sono diversi. E il deficit per gli anni 2014, 2015 e 2016 è stato rispettivamente di 70, 52 e 46 mld. 

Capisco la variabilità dei dati per il futuro, ma il passato è consolidato. Credo che le tabelle del lavoro di Bissone ed altri debbano essere riviste, considerato che per tre anni su nove ci sono dati certi.

Si farà slittare tutto più avanti, ma servirà a verificare l'attendibilità delle ipotesi formulate allora, e di conseguenza anche quelle che si fanno adesso. 

Invece i 200 mld di CCF sarebbero dati gratuitamente. Poteva farlo Draghi col QE, invece di acquistare titoli governativi ed attività finanziarie? 

Dalla tabella risulta che l'incremento delle entrate dal 2018 in poi sarebbe del 3% circa, un punto in più dell'inflazione prevista. Che si ridurrebbe per il costo di gestione di questa moneta parallela, in circolo a regime per una montagna di 400 mld, come è scritto nel Manifesto, pari a circa la metà delle entrate dello Stato.

La valutazione del rischio mi pare che porti ad annullare gli ipotetici vantaggi.

Cioe' a questa domanda 

"Invece i 200 mld di CCF sarebbero dati gratuitamente. Poteva farlo Draghi col QE, invece di acquistare titoli governativi ed attività finanziarie?"

No, non poteva. E sarebbe folle farlo. Vede, la moneta non si crea cosi', stampando pezzi di carta con su scritto qualcosa e facendoli cadere con un elicottero sulle persone (o inviandoli con un metaforico drone nei conti di questo o quello). 

Mi devo scusare ma non ho proprio il tempo per scrivere qui un piccolo trattato su come le banche centrali creino "fiat money", ma puo' trovarlo spiegato in dozzine di manuali, anche in rete. Come al solito Wikipedia puo' aiutarla almeno a iniziare lo studio

https://it.wikipedia.org/wiki/Moneta#La_creazione_di_moneta_da_parte_del...

nel paragrafo "La moneta nel bilancio della Banca Centrale" ha un punto di partenza chiaro. 

In genere consiglio la versione inglese, sempre molto piu' precisa e curata dell'italiana.

Ringrazio per la risposta e mi scuso per la poca chiarezza. In effetti l'avevo scritta come domanda retorica. È saltato un 'allore' prima di 'poteva'. Mi spiace. I ccf non mi convincono, nonostante tutti i ragionamenti fatti da chi li sostiene.

È che mi pare che i ccf siano comunque paragonabili alle banconote circolanti una volta immesse sul mercato, anche se con la limitazione d'uso nei confronti dello Stato.