Titolo

Lo stupro prescritto e la riforma dell'istituto della prescrizione: riflessioni a margine

1 commento (espandi tutti)

A differenza du quanto lascia intendere l'articolo, l'astensione degli avvocati non influsice sulla prescrizione visto che il giudice, in caso di astensione del difensore, si limita  a rinviare disponendo la sospensione dei termini di prescrizione.

 Questo è vero solo in parte. Lo sciopero richiede una riorganizzazione dei ruoli (id est della programmazione del Giudice). Considerato lo sgangherato meccanismo processuale italiano e l’altrettanto sgangherata organizzazione della giustizia, compreso il problema delle notifiche da Lei giustamente ciato più sotto, interverranno sul molti procedimenti meccanismi che vanno al di là del mero rinvio per sciopero e quindi porteranno alla prescrizione di diversi reati.

 

Per il reasto il tenore delle Sue risposte conferma in pieno il problema evidenziato nell'articolo. E' inutile mettere mano alla prescrizione se non si affrontano in radice i problemi a partire dalle ragioni per cui, in Italia, non funzionano i riti alternativi, presupposto del processo accusatorio di tipo anglosassone. 

Su questo blog discutiamo dal 2008 di questi problemi e, se dà un'occhiata agli articoli scritti negli ulitmi 9 anni troverà che li abbiamo afforntati tutti, dalla geografia giudiziaria, alla necessità di assumere più giudici, fino alla presenza obbligatoria dell'imputato al processo (come c'è in Germania ed Austria) che risolverebbe in radice molti dei problemi di notifica da Lei giustamente citati.