Titolo

Lo stupro prescritto e la riforma dell'istituto della prescrizione: riflessioni a margine

2 commenti (espandi tutti)

alle tue domande

Domanda a: sono contrario. Quali garanzie vi sono che quelle delle Corti d'Appello siano fatte meglio di quelle di primo grado quando le ribaltano? Nella mia esperienza, le sentenze del Giudice di appello sono qualitativamente molto scarse.

domanda b: qualcosa di simile c'è già. Uno dei presupposti (tra loro alternativi) per accedere al concorso è quello di aver conseguito l'abilitazione come avvocato, che, a sua volta, presuppone un tirocinio di 18 mesi.

domanda c: c'è già qualcosa del genere nei grandi e medi Tribunali, suddivisi in sezioni specializzate

domanda d: sono contrario. Specie al Giudice elettivo. Pensa a come vengono selezionati e votati gli eletti in Italia...

qualco

però

Guido Cacciari 20/4/2017 - 17:43

a) per essere anche solamente ammessi all'appello, in primo grado devono essere stati commessi veramente degli errori. Altrimenti, l'appello neanche sarebbe ammesso.

b) secondo me non basta. Dovrebbe essere obbligatorio per tutti.

c) per mia esperienza, invece, posso testimoniare che i giudici, nel civile, saltano di continuo da una sezione all'altra. Ed a volte, anche da penale a civile e viceversa. Perché? Si annoiano? Li aiuta nella carriera?

d) Bè, normalmente gli avvocati sono concordi nella valutazione dei giudici. Il giudice preparato e quello ignorante, tutti li riconoscono come tali. Se l'elezione restasse in ambito forense, escludendo la formazione di nefandi partiti o anche la loro associazione a quelli politici...secondo me non potrebbe che far bene.