Titolo

Sotto l'albero di Natale di MPS c'è un Tesoro

2 commenti (espandi tutti)

dovrebbe essere affrontato, in linea di principio, dagli organi autorizzati a creare diritto. Nella specie, dal Parlamento o, in subordine, dal Governo nei limiti nei quali può emanare nuove norme: nel caso dell'anatocismo, la Corte ha proceduto di sua iniziativa, senza avere accertato alcun mutamento della realtà sociale ... e, quello che più disturba, in maniera menzognera.

Concedo volentieri che il giudice, in generale, abbia ampi margini di interpretazione del diritto vigente: ma, nella specie, la Corte ha determinnato a suo piacimento  una discriminazione tra chi era stato giudicato prima delle sentenze del 1999/2000 ecc.: il mutamento della realtà è stato opera sua. 

corte europea

bonghi 7/1/2017 - 18:35

avrei dovuto essere piu' esplicito nel paragone :

a delegittimare la legge sul reato di omosessualita' fu la corte europea dei diritti dell'uomo , anche in quella circostanza l'azione fu autonoma rispetto a governo / parlamento , ed ovviamente ci fu ingiustizia per quelli processati prima del 93 ... menzognero non so , certo ci furono diversi anni in cui coesistevano corte europea per i diritti dell'uomo e reato di omosessualita' 

il cambiamento cui facevo riferimento e' una diversa percezione dell'omosessualita' nella societa' contemporanea ( occidentale )

per il caso italiano invece azzardo una ipotesi , l'abbassamento dell'inflazione .... o comunque la maggior difficolta' nel pagare gli iteressi ( "cambiamento della realta'" ) ha portato la corte di cassazione a "cambiare idea" sull'argomento ( cambiamento della regola ) .... analogamente al "cambiamento di idea" della corte europea in materia di omosessualita'.

saluti e buone passeggiate "in quota"